Diversi villaggi stanno nascendo sui tetti di questa città

Esiste una città, particolarmente conosciuta per la sua architettura audace e moderna, che ha lanciato una sfida, con se stessa e con il mondo. Quella di crescere ed espandersi in altezza.

Stiamo parlando di Rotterdam, la città olandese che ospita il porto più grande d’Europa, un luogo straordinariamente vivo e dinamico che affascina e attrae ogni anno turisti da tutto il mondo. Vengono qui per esplorare il Museo Marittimo che espone la storia d’amore tra la città e il mare, per passeggiare nel suggestivo quartiere Delfshaven, per raggiungere quella che è la via dello shopping più bella d’Europa.

Ma c’è un altro motivo per raggiungere Rotterdam, oggi e domani, ed è quello di scoprire ed esplorare gli spazi ad alta quota con vista panoramica. Sì perché qui, in città, i tetti delle case e degli edifici si stanno trasformando in villaggi.

I rooftop villages di Rotterdam

Si chiamano rooftop villages e sono i villaggi sui tetti di Rotterdam. Quella della conquista del cielo, in realtà, è una missione che la città porta avanti da anni. Lo fa per creare nuovi spazi da abitare e da vivere, ma sopratutto per contrastare attivamente il cambiamento climatico.

Il profilo architettonico stesso della città permette questo sviluppo verticale. Dopo che il centro storico è stato in gran parte distrutto dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, il piano di ricostruzione ha visto la nascita di numerosi rooftop. Gli stessi sui quali è possibile camminare oggi per fare inediti tour sulla città.

Da lì, all’esigenza di sfruttare le altezze, il passo è stato breve. Così ecco che Rotterdam è diventata la città degli orti, dei giardini e delle passerelle sul tetto. La prossima sfida sarà quella di creare dei villaggi ad alta quota.

Sui tetti della città di Rotterdam

Quello di vivere la città dall’alto non è un progetto nuovo, anzi, ma è la naturale evoluzione di tutta una serie di iniziative, come quella della Rotterdam Rooftop Walk, volte a conquistare i cieli del territorio olandese.

Urbanisti, architetti e antropologi hanno risposto alla chiamata per vincere la sfida, ripensando agli spazi di quei oltre 18 milioni di metri quadrati che totalizzano i tetti piani della città.

L’iniziativa, che prende il nome di Dakdorpen, ha come obiettivo proprio quello di indagare i nuovi spazi abitativi ad alta quota, con la proposta di nuove soluzioni architettoniche. Certo le sfide sono tante, ma le soluzioni proposte fino a questo momento segnano un importante passo avanti. Lo dimostrano i tetti verdi, che sono diventati i polmoni verdi della città. Habitat ecologici che convogliano l’acqua e che purificano l’acqua.

Ma con i rooftop villages la sfida si fa ancora più interessante ed entusiasmante. L’idea degli esperti, infatti, è quella di rinforzare le terrazze esistenti e popolarle di piccole case abitabili così da sfruttare le altezze e proporre un nuovo modello urbano.

Gli architetti e gli urbanisti sono già a lavoro per il primo progetto pilota che verrà inaugurato nei prossimi mesi a De Kroon, hub culturale e coworking di Rotterdam. È qui che nascerà il primo villaggio sul tetto della città.