Grotte, cascate e cammini: l’altro volto del Portogallo

Piccolo, ma certamente sorprende e ricco di meraviglie da visitare e da vivere è il Portogallo. In molti lo conoscono per l’atmosfera rilassata, i colori sgargianti e le meraviglie della capitale Lisbona, in altri per la bellezza delle sue affascinanti, e a tratti immense, spiagge oceaniche, come quelle dell’Algarve. Ma questo splendido Paese ha anche un altro volto fatto di grotte, cascate e indimenticabili cammini. 

Le grotte più belle del Portogallo

Poco conosciuto, ma allo stesso tempo magico è il Parque Natural das Serras de Aire e Candeeiros, un affascinante massiccio calcareo che si rivela un vero e proprio paradiso per gli amanti della speleologia. Nelle sue profondità si distinguono, infatti, grotte e caverne con sorprendenti formazioni scolpite dall’acqua e dal tempo.

Tra le più belle ci sono certamente le Grotte Mira de Aire, una delle 7 Meraviglie del Portogallo che grazie a un percorso, interamente illuminato, consente di scoprire le viscere della Terra, o almeno di questo Paese irresistibile.

Le Grotte Mira de Aire

Non da meno è ciò che è possibile ammirare sul versante orientale della Serra de Aire: il luogo più importante e ricco a livello mondiale di impronte di dinosauro sauropode del Giurassico Medio (oltre 175 milioni di anni fa). Quasi 20 tracce, scoperte per caso in un’antica cava di pietra – la “Pedreira do Galinha“- che raggiungono i 95 cm di lunghezza e i 70 di larghezza, il che dà una chiara idea delle dimensioni dei più grandi esseri viventi che un tempo popolavano il pianeta.

E poi c’è Maderia, isola spesso considerata la più bella d’Europa, che regala lo spettacolo delle grotte di São Vicente, dove fare un incredibile viaggio tra affascinanti tunnel vulcanici formatisi quasi 1 milione di anni fa. Qui è possibile osservare da vicino la bellezza delle stalattiti dalle forme bizzarre e delle scintillanti pozze d’acqua, mentre si ascolta l’inconfondibile suono del gocciolio in sottofondo che regala un’atmosfera quasi surreale.

La più famosa grotta del Portogallo, invece, è quella di Benagil in Algarve, una meraviglia naturale che somiglia molto a uno scenario paradisiaco. La particolarità che conquista tutti è che il tetto della grotta è parzialmente crollato, formando un’apertura circolare da cui filtra la luce del sole che va a proiettarsi sulla sabbia dorata e sull’acqua cristallina, mentre due maestosi archi di pietra segnalano l’ingresso alla caverna.

Grotta di Benagil

Le cascate da vedere assolutamente in Portogallo

A circa 40 km da Faro, in Algarve, sorge una cittadina dal nome Tavira che si rivela un mix perfetto tra spiagge bianche e edifici in stile portoghese. Una località attraversata dal fiume Gilão che divide il centro storico dalla cosiddetta città nuova. E poco distante dall’abitato si può ammirare il Pego do Inferno, una cascata naturale la cui acqua confluisce in una conca cristallina e gelata.

Noto per i suoi tesori naturali è certamente il Portogallo Centrale che, oltre ad affascinanti litorali di sabbia, lagune, spiagge fluviali e una foresta antica, la Buçaco, regala anche diverse cascate. Tra questa vi segnaliamo la Cascata da Cabreia, nel comune di Sever do Vouga presso il distretto di Aveiro. Un luogo da non perdere assolutamente poiché in molti sostengono che sia il flusso d’acqua più suggestivo di tutto il Paese grazie ai suoi 25 metri di altezza e l’atmosfera tranquilla di cui è caratterizzato, ideale per la meditazione o semplicemente per godersi il suo ambiente lussureggiante.

La Cascata da Cabreia

Molto suggestiva anche Salto da Farinha situata sull’isola di São Miguel, nelle Azzorre. Si raggiunge passando per la spiaggia di Foz das Coelhase e il Parque do Frojo. Il nome Salto da Farinha deriva dalla macinazione dei cereali che vi si faceva un tempo, mentre oggi è una cascata che si apre verso l’infinito dell’Oceano Atlantico. Inoltre, qui è possibile concedersi anche un bagno tra le fresche acque del torrente.

Non da meno sono le meraviglie di Madeira tra cui la Cascata di Risco e le 25 Fonti. Uno spettacolo alto 30 metri e costituito da un gruppo di diversi corsi d’acqua che scendono verticalmente lungo il fianco della montagna. Ai suoi piedi ci sono rocce ricoperte da piccole piante e una minuta piscina naturale.

Lo spettacolo della Cascata di Risco

I cammini più belli da fare in Portogallo

Grazie a un clima mite durante tutto l’anno, camminare per il Portogallo è uno dei modi migliori per scoprirne angoli e luoghi appartati che altrimenti passerebbero inosservati. Tra i vari percorsi vi segnaliamo il Cammino dei Pescatori, meglio conosciuto come “Fishermen’s Trail” o “Trilho dos Pescadores“, un itinerario escursionistico unico in tutta Europa e uno dei luoghi naturalistici più belli al mondo. Basti pensare che si svolge prevalentemente lungo l’Oceano, a ridosso delle scogliere.

Per questo motivo è considerato uno dei trekking più sorprendenti di tutta Europa, sia dal punto di vista paesaggistico, sia naturalistico. Il tutto per un totale di 125 km suddivisi in 5 tappe.

Un tratto che fa parte della ben più nota Rota Vicentina, una rete di sentieri che percorre Alentejo e Algarve per un totale di 350 km di cui 125 del Cammino dei Pescatori, divisi in 12 tappe. Si parte dalla spiaggia di Sao Torpes e si arriva a Lagos, nota località turistica dell’Algarve.  A Odeceixe si incrocia il Camino Historico e il sentiero diventa uno solo. Dal 2016, inoltre, quest’affascinante via è stata certificata dalla Era (European Ramblers Association) come Leading Quality Trails – Best of Europe, vale a dire che è stata inserita nel novero dei trail più belli in assoluto del Vecchio Continente.

Lagos, un tratto di Rota Vicentina

Infine, chi ama scoprire i luoghi a piedi non può di certo perdersi il tratto portoghese del Cammino di Santiago di Compostela, il Caminho Português da Costa, che parte dalla cattedrale di Porto e prosegue per Vila do Conde, Esposende, Viana do Castelo e Caminha, dove si può passare in Spagna o continuare fino a Valença.

Posti assolutamente meravigliosi da poter esplorare in 149,5 chilometri grazie a 7 giorni circa di camminata (da Porto a Valença) e poi ancora 117 km fino a Santiago.

Insomma, il Portogallo, che negli ultimi anni è diventato un luogo sempre più desiderato dai turisti di tutto il mondo, ha veramente molto da regalare ai viaggiatori di tutti i tipi. Un Paese in grado di soddisfare qualsiasi esigenza e di lasciare ricordi ricchi di emozioni a chiunque vi ci metta piede.

Il tratto portoghese del Cammino di Santiago

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.