I viaggi che ti metteranno in pace con il mondo

Ogni tanto, ognuno di noi ha bisogno di staccare da tutto e da tutti. Mettere insieme le idee, rilassarsi, trovare la pace, non pensare a niente, non fare niente: rimettersi in pace con il mondo, insomma.

Ci sono luoghi o esperienze che sono in grado di dare effetti benefici alla nostra mentre oltre che al nostro corpo. Sicuramente la tranquillità mentale non la si trova rinchiudendosi tra le mura domestiche. Bisogna uscire di casa, stare all’aria aperta, a contatto con la natura per ricevere gli stimoli giusti. E per questo è necessario usare tutti i sensi: gli occhi per guardare lontano e per fare il pieno di bellezza, le orecchie per ascoltare anche il più piccolo rumore, il tatto e l’olfatto per immergersi nell’ambiente e, perché no, anche il gusto.

Ci sono posti meravigliosi, creati da Madre natura e per questo un vero e proprio miracolo. Dinnanzi a certi luoghi è impossibile non restare impressionati e non farsi soprassedere dall’emozione.

Abbiamo individuato alcuni luoghi che riteniamo rappresentativi delle emozioni che possono dare. Sono solo degli esempi che ciascuno può interpretare a modo proprio, cercando il luogo che, a suo parere, lo possa mettere in pace con il mondo.

L’immensità del deserto

Tra i posti che più sono in grado di trasmettere emozioni c’è il deserto. Alcune persone hanno eletto i deserti a catalizzatori e non possono fare a meno di essere attirati da queste vastità infinite, veri miracoli della natura, in continuo movimento e mai uguali a se stessi. Le dune del deserto, così leggere e così mutevoli, sono pura magia. Se sembrano luoghi desolati, ricordate che al contrario non lo sono affatto e che sotto la sabbia si nasconde la vita: piccole creature, animali selvaggi, piante e radici e persino acqua. Tra i più rappresentativi c’è il deserto di Neom in Arabia Saudita.

Il silenzio del deserto è una medicina per la mente. Il suono delle dune che quasi “cantano” accarezzate dal vento è irriproducibile con i nostri strumenti musicali. E poi, la notte: non esiste altro luogo al mondo dove trovare una così completa assenza di inquinamento luminoso. Nel deserto si possono ammirare le più belle stellate della vostra vita.

Fonte: 123rfIl deserto di Neom in Arabia Saudita

L’aurora boreale

Luoghi ma anche esperienze, come in questo caso. L’aurora boreale è uno degli spettacoli più incredibili che la natura sia in grado di mettere in scena. A volte non è facile scorgerla, altre invece appare improvvisamente nel cielo buio tingendolo come enormi pennellate. Verde, la più comune, ma anche gialla o rossa, arancione o lilla.

I nordici la chiamano “danza degli dèi” e in effetti non c’è nulla di più simile a una danza come i fasci luminosi dell’aurora boreale che rischiara il cielo. Ammirare questo spettacolo è una delle esperienze più incredibili che si possano fare nella vita. Ora esistono anche delle app che indicano la percentuale di probabilità che l’aurora si presenti.

Fonte: 123rfL’aurora boreale nel Nord Europa

La vastità del mare

È provato scientificamente che il mare fa bene al cervello e ammirare la sua vastità ci fa sentire meglio. Il mare agisce su diversi neurotrasmettitori del cervello umano. Se almeno una volta avete vissuto l’esperienza di andare ad ammirare l’orizzonte su una spiaggia o una scogliera è impossibile negare la sensazione di pace interiore che si è provata di fronte a uno scenario tanto perfetto. L’odore di salsedine, il senso di immensità e il rumore delle onde creano un’armonia perfetta che fa bene al nostro cervello.

Innanzitutto, il colore blu del mare emette onde elettromagnetiche che regolano il nostro stato emozionale. Inoltre, l’acqua è il nostro stato naturale. Gli esseri umani vivono per nove mesi in acqua nel ventre della madre e lo stesso corpo umano è composto da H2O al 65%. Il cervello è in grado di percepirlo, quindi reagisce e si rilassa.

Un altro effetto terapeutico lo fornisce il rumore delle onde. Esso influisce regolando la dopamina e la serotonina, entrambe neurotrasmettitori del sistema nervoso centrale che controllano gli impulsi nervosi. Se si è stressati dalla frenesia quotidiana, dunque, non c’è miglior cura se non fermarsi ad ammirare le onde del mare.

Fonte: 123rfLa celebre Bass Rock in Scozia

 La calma di un lago

Placidi specchi d’acqua in grado di rilassare e portare la mente lontano lontano.. I laghi, dicono gli esperti, fanno molto bene alla salute e alla mente e sono in grado di cancellare lo stress. Uno dei numerosi benefici è il clima lacustre che ha sulla nostra salute, tra cui un effetto sedativo sul sistema nervoso. Ma non solo.

La massa d’acqua assorbe i raggi del sole e rilascia lentamente il calore assorbito, riducendo quindi l’escursione termica e i problemi di termoregolazione. Inoltre, come per il mare, la vicinanza all’acqua fa bene alla mente. La scienza, infatti, sostiene che stare a contatto con l’acqua ci rende più felici e più sani. Questo perché l’acqua stimola il cervello a rilasciare sostanze chimiche collegate alla felicità, come ossitocina, dopamina e serotonina. Da alcuni studi condotti è emerso anche che il rendimento e la concentrazione delle persone che si trovano nei pressi di panorami lacustri è maggiore.

Fonte: 123rfIl Lago Bovilla in Albania

I paesaggi montani

Oltre a poter respirare aria buona a pieni polmoni, la montagna è perfetta per staccare dal caos e dal rumore. Lo dicono i medici da sempre: la montagna è salute. Basta salire a poche centinaia di metri di altitudine per sentirsi già meglio, lontani dall’inquinamento e in mezzo a paesaggi naturali. E più si sale meglio è.

È scientificamente dimostrato, infatti, che quando diminuisce l’ossigeno disponibile, il nostro organismo compensa aumentando la percentuale di globuli rossi nel sangue, con un effetto energetico. Camminare è uno dei modi più facili, più economici e più efficaci per esercitare il proprio fisico. Camminare a ritmo sostenuto in montagna, poi, è fonte di salute perché migliora le prestazioni del cuore, dei polmoni e la circolazione, abbassando la pressione sanguigna.

E poi, la montagna è salute psichica. Aiuta a concentrarsi, ci rende più creativi e aiuta a curare la depressione, migliorando l’autostima, l’agilità mentale e la consapevolezza di sé. Più si sale più aumenta la luminosità e il sole di montagna lentamente curerà la nostra depressione invernale e ci alimenterà di vitamina D. In Italia abbiamo la fortuna di avere le più belle montagne del mondo; quindi, non serve andare lontani per trovare il benessere fisico e mentale.

Fonte: 123rfLe Tre Cime di Lavaredo, le montagne più iconiche d’Italia

Prati e boschi benefici

Immergersi nella natura, circondati da fitti boschi o da infinite distese di prato dà un senso di pace come pochi altri luoghi al mondo. E non è solo un’impressione. Boschi, prati verdi e anche giardini fioriti sono un vero e proprio toccasana. È scientificamente provato che il contatto dell’essere umano con la natura, in particolare con le piante, porta benefici.

La pianta, come ogni altro organismo vivente, ha una sostanziale componente bio-energetica che le consente di entrare in sintonia con ciò che la circonda. Gli alberi emettono campi elettromagnetici, tra i quali sono rilevabili frequenze analoghe a quelle emesse dalle cellule dei nostri organi, e per questo capaci di creare un’interazione con l’organismo umano. E quanto più a lungo si può sostare vicino alle piante, maggiori saranno i benefici.

Uno studio svedese ha dimostrato che i livelli di stress diminuiscono del 70%, la pressione sanguigna scende, il livello di ansia viene ridimensionato e che entrare nel calmo ritmo della natura aumenta persino la creatività.

Fonte: 123rfUn bellissimo bosco intorno al Lago Gosau in Austria