Il borgo italiano che sembra una cartolina di Natale

Sono tanti i motivi che ci spingono a viaggiare intorno al globo, ogni giorno e in tutti i momenti dell’anno. Lo facciamo per andare alla scoperta delle meraviglie plasmate da Madre natura, per scoprire i monumenti e le attrazioni che si sono trasformate nel simbolo di città e Paesi interi, ma anche per toccare con mano culture e tradizioni lontanissime dalle nostre.

Nel periodo dell’Avvento però, quello più magico e suggestivo dell’anno, il viaggio si trasforma in una vera e propria esperienza sensoriale ed emozionale, che ci permette di toccare con mano tutte quelle atmosfere straordinarie che cambiano completamente le città e i luoghi che conosciamo, trasformandoli in cartoline di immensa meraviglia.

E se è una visione magica e incantata, che cercate questo dicembre, c’è solo un luogo da raggiungere. Uno splendido e pittoresco borgo italiano, immerso nel cuore del Parco Nazionale della Maiella, che durante il periodo dell’Avvento si trasforma in una cartolina di Natale.

Benvenuti a Pacentro

Il nostro viaggio di oggi ci porta in Abruzzo, nel cuore del Parco Nazionale della Majella, al cospetto di un piccolo e delizioso borgo riconosciuto come tra i più belli d’Italia. Ci troviamo a Pacentro, un comune italiano di appena 1000 abitanti situato in provincia dell’Aquila, dove tutto sa di poesia.

Questo borgo, arroccato su una collina ai piedi del Monte Morrone, è lontano dai sentieri più battuti dal turismo di massa, e forse è proprio per questo che è ancora più straordinario.

Pacentro è un borgo montano all’interno del quale vivono e sopravvivono le testimonianze di un passato medievale che è raccontato dal castello, dai torrioni e da tutti quegli edifici che si affacciano sulle strade acciottolate che si inerpicano verso il cuore del paese.

Una passeggiata qui, tra viuzze, scale, archi e portici, si trasforma in un’esperienza incredibile che catapulta tutti i viaggiatori dentro un’atmosfera sospesa e magica, dove il tempo sembra essersi fermato.

Organizzare un viaggio a Pacentro può davvero sorprendere, in ogni periodo dell’anno e in tutte le stagioni. Ma c’è qualcosa di magico che succede in questo borgo quando le temperature si abbassano e la neve bianca e candida arriva ad abbracciare i tetti delle case e le strade. Perché proprio quando questo accade, a dicembre, Pacentro si trasforma in una cartolina di Natale, ed è magica.

Dentro una cartolina di Natale

Se avete in mente di organizzare un viaggio in Abruzzo, questo dicembre, non potete non fermarvi nel meraviglioso borgo di Pacentro che, proprio in questo periodo, si trasforma in un paese delle meraviglie. Quando le temperature raggiungono lo zero, e la neve inizia a imbiancare le strade e i tetti degli edifici, lo scenario che si apre davanti agli occhi dei viaggiatori è davvero incredibile.

Ma non è tutto perché proprio in occasione del periodo dell’Avvento il borgo prende vita, trasformandosi in un magico racconto di Natale in cui tutti possono diventare protagonisti. Le strade del borgo di Pacentro, infatti, ospitano un suggestivo mercatino di Natale caratterizzato da oltre 50 casette di legno che espongono e vendono prodotti artigianali e locali e prelibatezze locali. Non manca, ovviamente, la casa di Babbo Natale dove grandi e bambini possono incontrare Santa Claus e consegnare a lui, personalmente, le proprie letterine.