Viaggi ricreativi: è l’Italia una delle destinazioni più amate

C’è chi viaggia per motivi di lavoro, chi invece per ricongiungersi ai propri familiari o per studiare in un Paese straniero. E poi c’è chi si gode l’avventura semplicemente per piacere: è il turismo ricreativo, quello che muove il maggior numero di persone in ogni momento dell’anno. E, secondo una recente indagine, l’Italia si attesta proprio tra le destinazioni più amate per quanto riguarda questo tipo di vacanza.

La nuova indagine sul turismo in Italia

Dopo due anni particolarmente difficili a causa del Covid, il turismo è ripartito con un’estate che ha permesso a tantissimi viaggiatori di ritornare finalmente alla scoperta del mondo. E nonostante le numerose difficoltà (tra cui i rincari che hanno fatto balzare i prezzi alle stelle), il bilancio è decisamente positivo: sono tanti i turisti che hanno scelto – e continuano a scegliere – il nostro Paese per le vacanze di piacere. Lo rivela una nuova indagine condotta dall’Istituto Piepoli e Confcommercio, che ha intervistato migliaia di persone provenienti da ogni parte del mondo.

L’Italia si conferma una delle mete più apprezzate soprattutto dai cittadini americani: ben il 75% l’ha scelta tra tutti i Paesi europei, una percentuale che balza addirittura all’88% prendendo in considerazione solamente i turisti brasiliani. Guardando invece agli abitanti d’Europa, a prediligere il Belpaese sono in particolare i francesi (74%), i tedeschi (70%) e gli inglesi (65%). Secondo il report, chi ha scelto un’altra destinazione per le vacanze ha affermato che l’Italia non è tra le proprie preferenze perché vi è già stato, ha intenzione di andarvi in futuro o per motivi di budget.

Le mete italiane più amate dai turisti stranieri

L’indagine ha poi fatto luce sulle località italiane che attirano maggiormente i viaggiatori. Spiccano soprattutto le città d’arte, trainate dall’intramontabile fascino della capitale: oltre a Roma e alle sue infinite bellezze, i turisti sembrano amare particolarmente Firenze, Venezia, Pisa, Milano e Napoli. Tra le altre mete scelte – in particolar modo nel periodo estivo – ci sono poi la Sicilia, la Costiera Amalfitana e i grandi laghi come quello di Como e quello di Garda.

Quali sono i motivi che spingono i turisti stranieri a prediligere l’Italia per le vacanze di piacere? Molti sono attratti dalla calorosa accoglienza degli abitanti, dallo sconfinato patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese e dall’incredibile tradizione enogastronomica che caratterizza l’intera penisola, da nord a sud. Inoltre, i visitatori apprezzano particolarmente il rapporto qualità-prezzo e la facilità nel raggiungere pressoché qualsiasi destinazione, anche durante la vacanza. Non mancano tuttavia i lati negativi: secondo parte degli intervistati, c’è ancora da lavorare sul fronte delle infrastrutture e sulla pulizia.

Turismo in Italia, il punto della situazione

In generale, la ripresa del settore turistico nel nostro Paese sta andando abbastanza bene. L’indagine dell’Istituto Piepoli ha evidenziato un calo del 6,9% di visitatori tra gennaio e settembre 2022, rispetto allo stesso periodo del 2019 – ovvero in epoca pre-pandemia. Tra i turisti stranieri che hanno viaggiato meno ci sono i brasiliani (-38%), i tedeschi (-31%) e gli inglesi (-27%). Numeri, questi, che tuttavia non allarmano: “È un bilancio molto positivo quello del turismo, grazie soprattutto al ritorno degli stranieri, anche se non ai livelli pre-Covid” – ha affermato il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli. Il caro energia potrebbe però mettere a rischio la stagione invernale, soprattutto per le realtà più piccole e già duramente provate.