Finalborgo, gioiello della Liguria a pochi passi dal mare

C’è un borgo, facente parte dell’associazione “I Borghi più belli d’Italia”, che si trova a pochi passi dal mare e ad alcuni chilometri dal confine con la Francia. Un piccolo gioiello della provincia di Savona in grado di regalare paesaggi che si mescolano tra la costa, natura, storia, montagna e tante meraviglie architettoniche che vale la pena scoprire.

Vi stiamo parlando di Finalborgo, una località della Liguria che è uno dei tre nuclei urbani formanti l’abitato di Finale Ligure. Una vera perla circondata da suggestive mura medievali ancora ben conservate e che anche oggi preserva il fascino di un antico centro fortificato.

Finalborgo: cosa vedere

Passeggiare per il centro storico di Finalborgo vuol dire scoprire siti di rara bellezza e un patrimonio artistico e culturale che lascia davvero a bocca aperta. Ma del resto questo luogo vanta una storia particolare che gli ha permesso di beneficiare di un grande sviluppo economico.

Porta Reale, il principale accesso di Finalborgo

Iniziamo questo viaggio dalla Porta Reale, il principale accesso al bellissimo borgo di Finalborgo. Risalente alla fine del Seicento, è nata per sostituire la medievale Porta Carretta di cui oggi è ancora visibile l’innesto dell’arco dell’antico ponte.

Si distingue, inoltre, per essere decorata da una finta architettura ottocentesca con tanto di stemma sabaudo e l’immagine della Madonna a protezione dell’antico abitato. Qui sotto, nel corso dei secoli, sono passate tantissime personalità tra cui soldati, re e principi.

Porta Testa, puro spettacolo

Di origine medievale, Porta Testa si apre sul lato occidentale delle mura di Finalborgo. Da queste parti un tempo venivano esposte le teste dei condannati per decapitazione, mentre oggi è un vero e proprio capolavoro di pura bellezza.

Sull’arco, infatti, sono presenti alcune iscrizioni e lo stemma di Giovanni I del Carretto insieme alla data di costruzione, 10 giugno 1452. Vi è sovrapposta, inoltre, una torre campanaria con tanto di orologio e uno splendido affresco.

Fonte: iStock – Ph: Alessandro TortoraLa splendida Porta Testa di Finalborgo

Teatro Aycardi, tra i più antichi della Liguria

Tra le attrazioni da non perdere a Finalborgo c’è senza ombra di dubbio il Teatro Aycardi che si distingue per essere il più antico di realizzazione ottocentesca in Liguria. Recentemente restaurato, è stato costruito tra il 1804 e il 1806 ed è una piccola perla celata da una sobria facciata.

La sua capacità totale è di 250 spettatori e vanta un soffitto coperto da un telo decorato con medaglioni e motivi floreali. Oggi è aperto aperto alle visite guidate e, nonostante la sua poca appariscenza, è un vero e proprio simbolo di bellezza ed eleganza.

Castel San Giovanni, una fortezza spettacolare

Molto affascinante anche Castel San Giovanni, una fortezza che si trova a 50 metri sul livello del mare. Ciò che senza ombra di dubbio colpisce maggiormente il visitatore sono le sue spettacolari mura a tenaglia, ma anche la magnifica vista di cui è possibile godere accedendo alle sue terrazze. Un panorama che spazia tra Finalborgo, le valli circostanti e il limpido mare di Finale Ligure.

Simbolo di questo splendido luogo, può essere raggiunto attraversando un suggestivo ponte e facendo una piacevole camminata in salita che permette di godere progressivamente di un paesaggio sempre più interessante.

Fonte: iStock – Ph: Alessio PanareseCastel San Giovanni di Finalborgo

Collegiata San Biagio, in stile Barocco

La passeggiata alla scoperta di Finalborgo continua con la sua Collegiata San Biagio, una chiesa in stile Barocco che risale al secolo XVII. Si trova nell’omonima e suggestiva piazza che ne fatti rappresenta la sala d’ingresso alla cittadina.

A svettare maestoso è il suo campanile ottagonale leggermente pendente, mentre a lasciare senza parole sono i suoi interni suddivisi su tre navate separate da imponenti pilastri. A differenza degli esterni, infatti, le decorazioni sono molto appariscenti e davvero imperdibili.

Il Complesso Monumentale di Santa Caterina e il suo museo

Un’altra meraviglia di Finalborgo è il Complesso Monumentale di Santa Caterina che al suo interno ospita il Museo archeologico del Finale, la Sala congressi, l’Oratorio de’ Disciplinanti destinato a mostre culturali, e la Biblioteca-mediateca civica.

In sostanza, è un vero e proprio polo culturale polivalente che si distingue anche per un grande fascino grazie alla sua maestosa chiesa e agli ampi annessi conventuali che sembrano orbitare attorno ai due chiostri rinascimentali.

Fonte: iStockIl Complesso Monumentale di Santa Caterina a Finalborgo

Palazzo del Tribunale, pregevole esempio di architettura civile della Liguria di Ponente

I viaggiatori più curiosi non potranno non innamorarsi di Palazzo del Tribunale che si distingue per essere un pregevole esempio di architettura civile della Liguria di Ponente. I suoi anni di storia sono ben 700 anni e il suo ultimo piano è oggi un museo che permette di approfondire i temi dell’amministrazione della Giustizia e della salvaguardia del territorio.

Ma non solo, qui ci sono anche bellissime sale racchiuse da una facciata variopinta che aiuta a comprendere il suo tormentato passato.

Le piazze di Finalborgo

Infine, tra le cose da non perdere a Finalborgo ci sono anche le sue antiche piazze come Piazza Garibaldi che è il vero e proprio cuore del borgo. Da queste parti si affacciano edifici di grande pregio storico e architettonico come il Palazzo Chiazzari con una meravigliosa loggia posta all’ultimo piano, la facciata dipinta di Casa delle Erbe e la Casa Celesia sull’angolo di via Nicotera.

Ogni primo fine settimana del mese, inoltre, vi prende vita un mercato delle cose antiche e dei mestieri.

Particolarmente affasciante anche Piazza del Tribunale in cui si trova l’omonimo edificio e situata a pochi passi da Palazzo Arnaldi, una struttura che sfoggia una facciata decorata da stucchi e con quattro portali.

Sul lato opposto della piazza, ecco Palazzo Cremata che incanta il visitatore con le sue raffinate incorniciature delle finestre e un grande portale d’ingresso. Inoltre, è possibile intravedere anche via delle Fabbriche dove un tempo sorgevano le attività produttive del borgo.

Poi ancora Piazza Santa Caterina che nei fatti rappresenta la parte anteriore dello splendido e omonimo Complesso Monumentale. Da queste parti, inoltre, è visibile la Casa Gozo che sfoggia un caratteristico balcone curvilineo.

Il mare di Finalborgo

Come detto in precedenza, Finalborgo si trova vicino allo splendido mare ligure. Non ci sono spiagge in quanto non si affaccia direttamente sul litorale, ma spostandosi a Finalmarina o in altre località balneari della Riviera di Ponente è possibile rilassarsi in luoghi a dir poco paradisiaci.

Zone che sono state spesso premiate con la Bandiera Blu per la pulizia delle spiagge, la Bandiera Verde in quanto adatte ai più piccoli e la prestigiosa Bandiera Lilla, il vessillo che viene consegnato ai lidi adeguati alle persone con disabilità.

Tra quelle da non perdere c’è Varigotti con i suoi finissimi sassolini e le case colorate a farne da cornice, così come la meravigliosa Baia dei Saraceni che vanta origini molto antiche.

Insomma, Finalborgo è uno scrigno di splendide sorprese da scoprire in qualsiasi stagione dell’anno.

Fonte: iStock – Ph: Alessandro TortoraLa Piazza Garibaldi di Finalborgo