Questo è lo stadio più spettacolare del mondo: ti sorprenderà

Non si possono contare sulle dita di una mano tutte le meraviglie che popolano il mondo, le stesse che capeggiano le nostre travel wish list e che ci invitano ogni giorno a metterci in viaggio.

Lo facciamo per raggiungere le opere ingegneristiche e i capolavori architettonici firmati dall’uomo, per esplorare le attrazioni sensazionali che con i secoli si sono trasformate nei simboli di città e Paesi e per scoprire le aree archeologiche di estrema importanza che conservano e valorizzano le testimonianze storiche dell’intera umanità. Ma lo facciamo anche per osservare l’immenso patrimonio paesaggistico plasmato sapientemente da Madre Natura.

Il viaggio che vi proponiamo oggi, però, non ci porta in questa luoghi. Non sarà un’avventura alla scoperta di una delle meraviglie del mondo antico o moderno, né tanto meno di qualche miracolo della natura, ma di uno stadio. Non uno qualsiasi, ma il più spettacolare e suggestivo mai costruito fino a questo momento.

Lo stadio più bello del mondo

È un viaggio particolare e inedito quello che vogliamo fare oggi insieme a voi, ma non per questo meno straordinario. Sì perché la destinazione è un campo di calcio, uno stadio incredibile che sin dalla sua costruzione ha attirato la curiosità e l’interesse di moltissime persone. E non si tratta di una meta cara solo agli appassionati dello sport in questione, perché lo stadio di cui parliamo oggi è davvero un capolavoro visivo incastonato in un paesaggio mozzafiato destinato a incantare chiunque lo sorvoli, anche chi non ama il calcio.

Ci troviamo in Norvegia, e più precisamente a Henningsvaer, un pittoresco e delizioso villaggio di pescatori delle Isole Lofoten, nonché una delle mete turistiche più rinomate e frequentate dell’intero territorio. Diviso a metà dal canale principale, e per questo ribattezzato anche la Piccola Venezia delle Lofoten, il paese dei pescatori è caratterizzato da un’atmosfera sospesa e quasi incantata, scandita solo dal ritmo delle barche colorate in continuo movimento.

Un viaggio in questa destinazione consente di andare alla scoperta di uno dei villaggi più caratteristici e tradizionali delle Lofoten e di tutta la Norvegia, ma permette anche di ammirare quello che è lo stadio più bello del mondo. L’Henningsvaer Stadion, che prende il nome proprio dall’omonimo villaggio, è uno stadio galleggiante, circondato dal Mar di Norvegia. Il campo, infatti, è stato costruito su un piccolo isolotto roccioso collegato all’isola principale da un ponte.

Fonte: iStockHenningsvaer Stadion

Benvenuti all’Henningsvaer Stadion

Il campo da calcio è stato realizzato su uno degli isolotti rocciosi emersi dalle acque del Mar di Norvegia, proprio nel cuore delle Lofoten. La superficie è stata livellata e ricoperta con un prato sintetico sul quale poi è stato costruito uno stadio che, come si evince dalle foto, non ha nulla a che vedere con le più moderne e avveniristiche costruzioni nel resto del mondo. Eppure si tratta di un vero e proprio capolavoro dell’uomo, al punto tale che qualcuno lo ha già ribattezzato come l’ottava meraviglia del mondo.

All’Henningsvaer Stadion non ci sono tribune, né tanto meno sono ospitate dispute internazionali o mondiali. A giocare nello stadio, costruito per il club calcistico di Henningsvaer, ci sono solo le squadre amatoriali. Ma questo non influisce in nessun modo sulla sua straordinarietà che, anzi, lo ha trasformato in una vera e propria attrazione turistica, non solo per la posizione strategica, ma anche per il panorama mozzafiato e naturale che si snoda tutto intorno.

Curiosità sull’Henningsvaer Stadion

Essendo completamente circondato dall’acqua, intorno al campo sono state posizionate delle griglie laterali realizzate con le rastrelliere utilizzate per l’essicazione del merluzzo. La loro presenza impedisce che la palla finisca in nel mare.

Fonte: iStockHenningsvaer Stadion