È questa la nuova tendenza di viaggio italiana

Tutela del territorio e dell’ambiente, conoscenza delle culture locali e la volontà di ridurre il proprio impatto sul Pianeta optando per mezzi di trasporto più ecologici. Sono questi i nuovi desideri dei viaggiatori che decretano al primo posto tra le tendenze di viaggio le mete e i soggiorni sostenibili.

A rivelare questo nuovo trend nel settore turistico è stato uno studio condotto da Deloitte in collaborazione con l’Associazione Italiana Ceo, dal titolo “Obiettivo sostenibilità: nuove traiettorie di sviluppo per il turismo italiano”. Un report che ha messo in luce anche il crescente interesse per le realtà locali, per i borghi del nostro Paese e per l’offerta legata al territorio “di prossimità”. Ma non solo.

Lo studio

Secondo quanto riportato dallo studio, questo interesse e questa attenzione maggiore verso l’ambiente e la sua tutela si manifesta anche nelle scelte gastronomiche delle persone, che sempre più spesso optano per ristoranti con un’offerta di prodotti a Km 0 (nel 45% dei casi). O per quelle che riguardano il proprio tempo libero affidando le proprie escursioni, e quindi una parte integrante della propria vacanza, ai tour operator della zona scelta per il soggiorno. E prestando anche la massima attenzione alle diverse attività organizzate nel rispetto e a tutela dell’ambiente.

Insomma, una vera svolta green, che trova ampio margine di crescita anche a fronte della manifesta volontà di chi sceglie una vacanza all’insegna della sostenibilità, di pagare un sovrapprezzo purché la tutela del territorio venga garantita e rispettata, anche attraverso azioni efficaci e riconoscibili. Un cambiamento di mentalità che sembra essere dovuto in gran parte ai gravi effetti che il cambiamento climatico sta portando al nostro Pianeta e che sono sempre più visibili e impattanti, anche nella nostra vita quotidiana.

Consapevolezza e tutela ambientale

Sempre secondo lo studio effettuato, non sono solo le mete e la tipologia di viaggio ad aver subito una decisa virata verso una modalità più consapevole e attenta a ciò che ci sta intorno. Dati alla mano, sembra che anche le abitudini dei novelli viaggiatori green siano coerenti con questa nuova visione del turismo. Sette intervistati su dieci, infatti, fanno della consapevolezza e della tutela ambientale il filo conduttore delle proprie vite, adottando comportamenti sostenibili anche nella vita di tutti i giorni (e ovviamente durante il viaggio), evitando sprechi, per esempio con il riutilizzo delle bottigliette di plastica acquistate o evitandone l’uso, riducendo il consumo di acqua ed elettricità e optando per soluzioni e mezzi di trasporto a basso impatto ambientale e il meno inquinanti possibile.

Tutti aspetti che rendono la comunicazione del proprio impegno verso la sostenibilità uno dei requisiti fondamentali nella scelta della meta o della struttura del proprio viaggio, nonché della soddisfazione verso la stessa. Fattori che dovrebbero obbligare a creare un’offerta ad hoc, che sappia donare la possibilità di vivere un viaggio all’insegna del rispetto dell’ambiente, tramite l’ottenimento di certificazioni di sostenibilità, servizi appositamente studiati e modalità di gestione più etiche e sostenibili. Seguendo questa nuova tendenza e diventando parte attiva della transizione ecologica, sarà possibile essere, in prima persona, promotori di una maggior attenzione e consapevolezza verso il bene più prezioso che abbiamo: il Pianeta Terra.