Uno dei laghi più belli d’Italia cambia completamente volto

Limpido, bellissimo e soprattutto meta sempre più popolare per la sua bellezza e per il caratteristico colore delle sue acque, il Lago di Tenno è ormai una destinazione fissa per tutti coloro che scelgono di vivere un periodo di vacanza nel Garda Trentino. Una meraviglia italiana che, però, ha deciso di cambiare completamente volto

Il Lago di Tenno cambia volto

Per proseguire in un percorso di valorizzazione del sito, ormai prossimo a diventare Riserva Locale, all’insegna della qualità e della sostenibilità, l’Amministrazione comunale di Tenno in sinergia con Garda Dolomiti Azienda per il Turismo S.p.A. e con il supporto operativo dell’Agenzia Territoriale dell’Area del Garda – primo intervento in assoluto per un’ATA -, ha annunciato la prossima realizzazione di un piano di gestione dei flussi e di implementazione dei servizi, finalizzato a rafforzare il posizionamento del Lago di Tenno e prevenire fenomeni di sovraffollamento.

Un nuovo progetto il cui obiettivo è tutelare l’aspetto ambientale del sito, la sua unicità e la sua ricchezza, il cui riconoscimento sta proprio nell’iscrizione come Riserva Locale all’interno del Piano Regolatore Generale del Comune di Tenno dell’area comprendente il Lago di Tenno, le sue spiagge e la zona del Rio Secco.

In cosa consiste il progetto

Per prevenire le derive di un turismo troppo intensivo, con impatti sulla fruibilità, sulla qualità dei servizi e sull’ambiente, attorno alla riserva sarà inoltre descritta una fascia esterna, funzionale a gestire gli accessi al lago, ad informare i visitatori in merito alla presenza di un sito tutelato e a sensibilizzarli così a mantenere un comportamento consono, nel rispetto dell’ecosistema. La visione del progetto si sposa con quella portata avanti da APT Garda Dolomiti, finalizzata in primo luogo alla gestione – più che alla promozione – di siti già interessati da notevoli flussi turistici, e improntata ad una sempre maggiore qualità dell’offerta.

Gli interventi che entreranno a far parte del piano saranno frutto di un processo data-driven, partendo dai dati emersi dall’analisi dei dati turistici e dei flussi, raccolti già a partire dall’estate 2022.

A fianco di APT Garda Dolomiti e del Comune di Tenno, è significativo l’intervento dell’Agenzia Territoriale dell’Area del Garda, il cui ambito territoriale corrisponde a quello dell’Azienda per il Turismo. La collaborazione con l’ATA, realtà introdotta dalla legge provinciale 8/2020, dà il via ad un progetto di valorizzazione del tutto nuovo nel territorio Trentino.

Il progetto è proiettato alla creazione di un vero e proprio hotspot turistico, con soluzioni innovative in termini di gerarchie di flussi, organizzazione di servizi e collegamenti: un intervento che renderà il Lago di Tenno ancora più distintivo, strategico e comunicabile all’interno dell’offerta già molto ricca e diversificata del Garda Trentino. Il processo punta inoltre ad ottimizzare la fruizione e la valorizzazione anche delle bellezze attigue al Lago, a cominciare dal Borgo di Canale di Tenno, riconosciuto fra i borghi più belli d’Italia.

Come dichiarato dal Sindaco di Tenno, Giuliano Marocchi, : “Questo progetto ha messo le sue radici circa due anni fa, quando abbiamo avviato il processo che a breve renderà il Lago di Tenno riserva locale. Adesso vogliamo estendere la prospettiva oltre l’area del lago, in una visione complessiva del territorio, collaborando con APT Garda Dolomiti e l’Agenzia Territoriale del Garda per un approccio condiviso di gestione del sito. Gli interventi saranno a beneficio non solo della riserva locale, ma anche delle bellezze circostanti, a cominciare dal Borgo di Canale di Tenno. Indispensabile in questa fase è inoltre il coinvolgimento delle realtà economiche, dei residenti e di tutte le realtà tennesi che invito a partecipare ai tavoli di confronto, e a scrivere con noi questa nuova fase.”