Il nuovo progetto tutto italiano per un turismo più sostenibile

Sempre più viaggi e vacanze slow, a bordo di treni, in bicicletta e, se auto deve essere, che sia elettrica.

Cambia in modo radicale il nostro modo di viaggiare. E questo grazie all’aiuto che ci sarà dato dal ministero del Turismo, dalle ferrovie italiane e da tutta una serie di agevolazioni che arriveranno e che ci permetteranno di fare delle vacanze sempre più sostenibili.

Nuove tratte ferroviarie

È appena stato raggiunto un accordo tra Enit, Trenitalia e il ministero del Turismo per la valorizzazione delle bellezze turistiche del nostro Paese e la promozione delle località italiane. E questo grazie ai viaggi a bordo dei treni, il mezzo di trasporto sostenibile per eccellenza.

Con 124 collegamenti Intercity al giorno, sia di giorno sia di notte, e più di 75 nuove fermate previste già a partire da quest’estate, a cui si aggiungono le Frecce e i treni regionali, si potranno quindi raggiungere alcune località finora considerate fuori rotta.

Tra le destinazioni più richieste finora ci sono la Riviera ligure, la Versilia, la Sicilia e tutta la Riviera adriatica.

Viaggi in famiglia

Ma non solo. Il treno sarà anche il mezzo di trasporto migliore per i viaggi in famiglia. Per invogliare questo tipo di spostamento, sulla carrozza 3 dei treni è stata dedicata un’area alle famiglie con 24 posti a sedere, area passeggino, nursery all’interno di un bagno spazioso, tavolini tematizzati con giochi per bambini, distributori automatici e un’area di sosta dove si può anche stare in piedi.

A questo si aggiunge la promozione “bimbi gratis” che prevede che, per ogni adulto pagante, un ragazzo fino a 15 anni non compiuti viaggi gratis.

Viaggi sempre più sostenibili

E questo è solo l’inizio. Perché sono in fase di realizzazione ulteriori migliorie volte alla sostenibilità dei futuri viaggi. Tra i piani messi a punto dal ministero, Trenitalia e da Enel ci sono, infatti, facilitazioni per la mobilità elettrica, moduli fotovoltaici per alimentare le stazioni ferroviarie e panchine intelligenti con prese di ricarica per i viaggiatori in sosta sulle banchine, ma anche per ricaricare bici elettriche e scooter.

“Promuoviamo azioni di sviluppo del turismo lento, che ha numeri sempre più importanti nel nostro Paese”, ha spiegato il ministro del Turismo Massimo Garavaglia al Sole 24 ore. “I giovani, in particolare, hanno preso piena consapevolezza di questo turismo sostenibile che non è una moda ma la ragione principale per cui vengono scelte le destinazioni”.

“Il treno è sempre più usato per motivi turistici”, ha ribadito anche l’amministratore delegato di Trenitalia, Luigi Corradi. “Ormai, chi usa le Frecce lo fa per turismo”.

E per settembre ci sarà una grande novità: arriveranno nuove tratte ferroviarie regionali verso borghi, mete enogastronomiche o legate al cicloturismo, anche a bordo di treni storici, un mezzo che sta riscuotendo sempre più successo, e persino alcuni siti di archeologia industriale come, per esempio, le prime centrali elettriche realizzate in Italia, tutto in collaborazione con il ministero e le stesse Regioni italiane, al fine di sviluppare ancor più il turismo locale.