Michelle Hunziker innamorata delle Eolie, isole vulcaniche da sogno

“Dove ci sono i vulcani, la terra, a mio parere sprigiona un’energia molto potente… mi immergo completamente e sento il suono delle pietre che si spostano in un movimento perpetuo… i punti dove l’acqua si scalda notevolmente mi cullano e mi riportano in uno stato di equilibrio bellissimo… La natura è meravigliosa”. Così riassume il senso delle Isole Eolie Michelle Hunziker in vacanza in barca a vela nell’arcipelago siciliano.

Una manciata di isole vulcaniche, due delle quali, Stromboli e Vulcano, ancora in attività. Grandi isole, come Lipari e Salina, ma anche piccoli scogli che affiorano dal mare, Basiluzzo, Spinazzola, Lisca Bianca, Lisca Nera, Dattilo, Bottaro. Nomi che evocano la storia e la geologia del luogo che qualcuno associa alle isole delle Hawaii, ma che in realtà sono una particolarità tutta nostra.

Le Isole Eolie, le Hawaii d’Italia

Sette isole mozzafiato e incredibili nel loro genere, le Eolie emergono come schegge di pietra dal blu del mare. Bellezza selvaggia, natura incontaminata, atmosfere autentiche, fanno di questo arcipelago, tra i più belli del Mediterraneo, un’affascinante meta turistica. Non a caso ogni estate viene scelto da vip di tutto il mondo per trascorrervi le vacanze, all’insegna della totale privacy.

Stromboli, la perla nera

Stromboli, la perla nera dell’arcipelago con il suo vulcano, da millenni fa sentire la sua presenza eruttando a intervalli regolari. L’isola di Vulcano, dal canto suo, vanta una bellezza aspra e selvaggia. Conosciuta anche come “isola di fuoco” poiché, secondo gli antichi, vi si trovavano le fucine di Efesto (Vulcano, per i Romani) nelle quali i Ciclopi forgiavano le armi destinate agli dèi. Imperdibili i bagni nei fanghi dell’isola.

Salina, l’isola verde

A far innamorare delle Eolie è sicuramente Salina, un’isola avvolta nei colori e nei profumi di una natura così ricca e rigogliosa tanto da meritarsi l’appellativo di “isola verde”. Basti pensare che qui si produce la migliore qualità di Malvasia, celebrata da Guy de Maupassant, che la definì “il vino dei vulcani”.

Alicudi incontaminata

Così come Alicudi, ricoperta di erica, la più incontaminata dell’arcipelago, grazie anche all’assenza di strade carrabili e alla sua aspra morfologia che non permette ulteriori edificazioni.

Panarea, la più esclusiva

Michelle ama particolarmente Panarea, la più antica e la più piccola, ma anche la più esclusiva (e costosa). L’isola della mondanità e del divertimento dove tra immancabili aperitivi, feste in barca e party in terrazza, il giorno e la notte si avvicendano senza sosta nel segno dell’euforia e dell’eccesso. Ma Panarea è anche mare, natura e bellezza.

Filicudi, paradiso italiano

Le acque più belle sono sicuramente a Filicudi, un paradiso di acque cristalline, scenari suggestivi e fantastici punti panoramici. Una natura selvaggia e incontaminata caratterizza l’isola che, d’estate, si popola di migliaia di turisti in cerca di tranquillità.

Salina, set naturale

Da non perdere è certamente un bagno a Salina, nella celebre spiaggia del film “Il Postino” nella località di Pollara, un’insenatura chiusa da una parete a strapiombo che la rende una delle più belle delle Eolie.

Lipari, il centro delle Eolie

E poi c’è Lipari, la più grande e animata dell’arcipelago. Un’isola ricca di bellezze paesaggistiche e culturali, storia e divertimento, attrazioni e servizi. L’isola è dominata dal castello con la sua possente cinta muraria, dove si trovano la Cattedrale di San Bartolomeo e il Museo archeologico eoliano, con una collezione di reperti tra le più complete d’Europa. Il luogo ideale per chi, anche in vacanza, non intende rinunciare a una vita movimentata.