L’evento più romantico del mese è l’incontro tra la Luna e Saturno

Mentre ci prepariamo all’arrivo dell’estate organizzando viaggi e sognando nuove destinazioni da raggiungere al più presto, le prove per lo spettacolo più bello del mese sono iniziate, proprio sopra le nostre teste.

Ancora una volta, infatti, il cielo si trasforma in un palcoscenico di immensa bellezza che ospita danze, abbracci e baci, apparizioni di stelle e pianeti che ci terranno compagnia in occasione del solstizio d’estate.

L’evento più romantico di sempre si svolgerà nella notte tra il 17 e il 18 giugno: la Luna e Saturno si incontreranno sotto una pioggia di stelle cadenti. Ma attenzione perché questo non è l’unico spettacolo che potremmo ammirare a testa in su. Aguzzate la vista: lo show è iniziato.

L’incontro tra la Luna e Saturno

Le congiunzioni non smettono mai di incantarci perché è proprio durante queste che gli astri solitari si incontrano, ed è allora che comincia la magia. E giugno, dobbiamo dirvelo, è davvero un mese incantato.

Sono tantissimi gli eventi astronomici che ci terranno compagnia nei giorni che precedono e seguono l’inizio dell’estate rendendo questo momento ancora più suggestivo. Il più atteso, tra tutti, è sicuramente lui: l’incontro tra la Luna e Saturno che avverrà proprio sopra le nostre teste.

La data da segnare in agenda è quella che coincide con la notte tra il 17 e il 18 giugno. Nella costellazione del Capricorno, infatti, il pianeta Saturno e il nostro satellite si incontreranno avvicinandosi in una danza eseguita sotto una pioggia di stelle cadenti.

Come confermato dall’UAI (Unione Astrofili Italiani), infatti, proprio nei giorni della congiunzione tra il nostro satellite naturale e Saturno sarà possibile osservare le meteore di giugno, rispettivamente le Aquilidi e le theta Ofiuchidi. Lo sciame non è molto intenso, tuttavia un’attenta osservazione potrà regalarci diverse sorprese.

Se vi state chiedendo se lo spettacolo sarà visibile a occhio nudo la risposta è sì, condizioni meteo permettendo. Il consiglio che vi diamo è quello di munirvi di telescopio o di binocolo e di raggiungere i luoghi privi di inquinamento luminoso, come parchi, colline, montagne o spiagge, per lasciarvi illuminare solamente dalla luce bianca e candida della Luna e degli altri pianeti.

La Superluna delle fragole e gli incontri tra i pianeti

Come abbiamo anticipato, il cielo del mese di giugno non smette di sorprenderci, del resto l’arrivo dell’estate deve essere celebrato in grande.

Così ecco che, prima della congiunzione tra la Luna e Saturno e l’avvistamento delle stelle comete, farà capolino nel cielo anche la prima Superluna del 2022. L’appuntamento è il 14 giugno ed è davvero imperdibile.

Quando il sole tramonterà, lascerà spazio a una straordinaria e luminosissima Luna che sarà più che mai vicina alla Terra (ecco perché ci sembrerà più grande). Il nome scelto è tanto antico quanto affascinante, sono stati i nativi americani a ribattezzarla Superluna delle fragole in riferimento alla stagione in cui si raccoglie questo frutto.

Ma gli spettacoli non finiscono qui. Proprio in occasione dell’ultima notte di primavera, e a poche ore dal solstizio d’estate, sarà possibile scorgere alle prime luci dell’alba una Venere più scintillante che mai vicino alle Pleiadi. A loro si aggiungere, poi, anche la sottile falce di Luna Calante nell’alba del 26 giugno.