Abbiamo trovato la fioritura più bella d’Italia

Se c’è una cosa che abbiamo imparato dai nostri viaggi è che il susseguirsi delle stagioni ci permette di scoprire e riscoprire i luoghi che già conosciamo in una vesta nuova e sorprendente.

A cambiare i profili delle città, dei borghi e delle capitali del mondo è sempre lei, Madre Natura, che ogni volta ci regala spettacoli di immensa bellezza con esplosioni di colori e profumi che inebriano e stordiscono i sensi.

Deserti in fiore, altopiani colorati, valli che si trasformano in tappeti fioriti: è davvero difficile, guardando questi paesaggi meravigliosi, scegliere la fioritura più bella. Eppure noi l’abbiamo individuata e vi anticipiamo già che si trova in Italia.

La Conca dei Rododendri

C’è qualcosa di magico che succede a Biella, in Piemonte, durante le prime settimane di giugno. In un’oasi naturale dall’immenso patrimonio paesaggistico esplodono improvvisamente tinte cangianti che vanno dal rosa al rosso, dal giallo al lilla, e colorano di magia tutto intorno.

Ci troviamo nella Conca dei Rododendri, immersi in uno scenario da fiaba circondato tutto intorno dal parco naturale dell’Oasi Zegna. Il nome non lascia spazio all’immaginazione, ma lasciatevi dire che la realtà supera di gran lungo le aspettative evocative legate al nome. Sì perché qui abbiamo trovato quella che è una delle fioriture più belle d’Italia e vi assicuriamo che vi lascerà senza fiato.

Tra la fine di maggio e la prima metà di giugno i colori diventano assoluti protagonisti. Sono quelli indossati e sfoggiati dai rododendri che occupano una vasta area dell’oasi e che, nel periodo di fioritura, trasformano tutto in una tavolozza incantata.

Ma non sono gli unici perché, a fare da cornice a tutto questo, ci sono anche le azalee, le ortensie, i narcisi e mirtilli, e poi ancora le ginestre e i sambuchi.

Quando questi esemplari fioriscono, le cime dell’Oasi Zegna si tingono di meraviglia e davanti agli occhi dei visitatori appaiono visioni magiche, surreali e incantate che non si possono spiegare ma solo vivere.

I rododendri e l’Oasi Zegna

La Conca dei Rododendri si trova all’interno dell’Oasi Zegna a Trivero, tra le Alpi Biellesi. Un parco naturale ad accesso libero nato il secolo scorso da un’idea dell’imprenditore Ermenegildo Zegna.

Fu lui, negli anni ’20, ad avere l’idea di creare questo luogo straordinario dove la natura potesse essere assoluta protagonista. Così iniziò un’attività di riqualificazione ambientale tra le alture biellesi, territorio che gli ha dato i natali, dedicandosi esclusivamente all’ambiente e al paesaggio tutto intorno. Grazie al suo impegno negli anni furono piantate 500.000 conifere e centinaia di azalee, dalie, ortensie e rododendri, ovviamente, provenienti soprattutto dal Belgio.

L’aspetto suggestivo che oggi caratterizza la valle è stato creato dall’architetto paesaggista Pietro Porcinai negli anni ’60. Nel 1993, invece, è stato istituito il parco naturale.

Oggi l’Oasi Zegna, che si snoda per circa 100 chilometri di meraviglia nella Valle Cervo, e a pochi chilometri da Trivero, è accessibile a tutti gratuitamente.

Il periodo migliore per visitarlo è sicuramente quello che da maggio e giugno, per ammirare un paesaggio fatto di petali e colori che lascia senza fiato.