Borse europee in rialzo con miglioramento Covid in Cina – MilanoFinanza.it

Borse europee ben impostate in avvio di seduta (+0,69% il Cac40, +0,25% il Ftse100 e +0,82% a 24.229 punti il Ftse Mib) come i future di Wall Street (+0,46% il Dow Jones e +0,62% l’S&P500) in scia ai mercati asiatici che sono stati sostenuti dal miglioramento del Covid in Cina e dal conseguente allentamento delle restrizioni. Mentre sul fronte ucraino sono stati finalmente evacuati i militari dell’Azovstal e la città è stata consegnata nelle mani dei russi. “L’Ucraina ha bisogno di eroi vivi”, ha detto il presidente ucraino, Zelensky.

Oggi il G7 Finanze

È Christian Lindner, il ministro delle Finanze tedesco che oggi presiederà il G7 Finanze, a fare il punto sulle sanzioni da attuare nei confronti della Russia: “abbiamo staccato la Russia dal sistema finanziario internazionale. Molti beni russi sono congelati. In molti settori abbiamo interrotto gli affari. Tutto ciò avrà un peso sempre maggiore per l’economia russa. Vladimir Putin deve pagare un prezzo molto alto per l’aggressione all’Ucraina”, ha sottolineato, dicendosi “politicamente aperto all’idea di sequestrare le riserve estere della banca centrale russa. Ne stiamo parlando al G7 e nella Ue, ci sono proposte sul tavolo”.

Quanto agli asset dei privati, “vediamo: anche se abbiamo a che fare con oligarchi russi, dobbiamo rispettare lo Stato di diritto”, ha spiegato, evidenziando di essere contrario a sanzioni sul gas russo: il nostro obiettivo è diventare del tutto indipendenti dalle importazioni di energia dalla Russia. La strategia energetica della Germania e la dipendenza dalla Russia durante i precedenti governi sono stati un grave errore. Ora dobbiamo lavorare sodo per diversificare le nostre importazioni. Possiamo già trovare forniture di carbone altrove e siamo pronti a fare a meno del petrolio russo. Ma per il gas, ci vorrà più tempo”, ha chiarito.

Nessuna intesa sull’embargo del petrolio russo

Ieri i ministri degli Esteri europei non sono riusciti a trovare un’intesa sul blocco del petrolio russo. L’Ungheria, infatti, non ha accettato di far cadere il suo veto e la Lituania sostiene che i Ventisette siano ostaggio di un solo Stato membro. Secondo alcuni diplomatici, citati dall’agenzia Reuters, la partita politica si giocherà nel Consiglio Ue del 30 e 31 maggio quando si potrebbe giungere a un accordo che entri in vigore dopo sei mesi e che preveda un periodo di transizione più lungo per Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca.

In asta la Germania, cedola sopra lo zero per il due anni

Riparte da quota 189,1 punti base lo spread tra Italia e Germania e dal 2,897% il rendimento del Btp 10 anni. Secondo un sondaggio Reuters, la Bce alzerà i tassi a luglio per la prima volta in oltre un decennio per traghettarli fuori dal territorio negativo al meeting di settembre. Sul primario la Germania offre il nuovo Schatz giugno 2024, per cui Berlino ha fissato una cedola dello 0,2% dopo anni di cedole zero. (riproduzione riservata)

di Livio Andrea Acerbo #greengroundit #coronavirus #covid19 – fonte originale qui