L'annuncio dell'igienista Ricciardi ad Alghero: «Farmaci anti Covid presto in farmacia

Clamorosa novità emersa all’incontro con gli allievi della Scuola di formazione politica “Maestrale”

SASSARI. «Un farmaco antivirale verrà presto distribuito in farmacia e sarà acquistabile con la semplice prescrizione dei medici di famiglia. Ne sono state ordinate scorte importanti». Parole dell’igienista Walter Ricciardi, ordinario di Medicina preventiva alla Cattolica di Milano e, tra i tanti altri incarichi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza. Un esperto che in questi due anni di chiusure e restrizioni abbiamo imparato tutti a conoscere e che ieri pomeriggio è intervenuto online a un incontro organizzato nella sede di Promocamera con gli allievi della Scuola di formazione all’impegno sociale e politico “Maestrale”, fortemente voluta dall’ex sindaco di Alghero Mario Bruno (ora leader dell’opposizione di centrosinistra in consiglio comunale), che ha introdotto la discussione.

A coordinare la conferenza è stata la giornalista Daniela Scano, caporedattrice della Nuova Sardegna, alla quale Ricciardi ha dato questa che sembra davvero un’ottima notizia, e non solo perché ovviamente coinvolge anche l’isola. Del resto, come l’esperto ha ribadito più volte durante l’incontro, la pandemia da Covid la sconfiggeremo definitivamente soltanto se la possibilità di vaccinarsi sarà estesa a tutti gli abitanti del pianeta, nessuno escluso. E nel frattempo è bene che nei Paesi che da questo punto di vista sono più fortunati (come l’Italia, ed esempio, con l’80 per cento dei suoi abitanti già immunizzati) non si canti troppo vittoria: il virus in questione, come tutti quelli che colpiscono le vie aeree, ha la pessima abitudine di ricomparire ciclicamente tra l’autunno e l’inverno, e verosimilmente tra qualche mese i soggetti fragili dovranno sottoporsi a un booster, cioè a un richiamo.Ma che cosa impedisce la diffusione del vaccino in ogni angolo del mondo? Ricciardi su questo argomento ha le idee piuttosto chiare, e non fa giri di parole: «Il capitalismo disumano che impera in questa epoca – spiega – fa sì che le aziende farmaceutiche che hanno scoperto e brevettato i vaccini, anche grazie allo spaventoso investimento economico degli Stati più ricchi, facciano pressione sulla Wto, ossia l’Organizzazione mondiale del commercio, affinché non attui la cosiddetta sospensione dei brevetti».

Cosa che consentirebbe a Paesi come ad esempio il Sud Africa e l’India, già attrezzati allo scopo, di produrre in loco le dosi necessarie per coprire a costi bassissimi buona parte della popolazione ancora non immunizzata.Ricciardi (che è sposato con una donna sassarese), ha evidenziato come persino le parole espresse in proposito da Papa Francesco non siano state sufficienti a far cambiare idea a certe potentissime multinazionali. E che oltretutto siamo in assenza di leader carismatici come Mandela, che negli anni Novanta affrontò con successo un caso simile per la piaga dell’Aids.

di Livio Andrea Acerbo #greengroundit #coronavirus #covid19 – fonte originale qui

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.