20 ore in viaggio: il volo aereo più lungo del mondo

Un volo record: 20 ore a bordo non stop con un risparmio di 4-5 ore di viaggio. Ecco la sfida della principale e storica compagnia area dell’Australia, Qantas, che si avventura ufficialmente in quello che è il volo più lungo del mondo, 17.750 chilometri di distanza senza soste.

Il volo diretto da Sidney a Londra (per cui attualmente è necessario almeno uno scalo) è una scommessa che vale ben 2 miliardi di euro e che potrebbe generare profitti notevoli dopo circa 1 o 2 anni di attività.

Il conto alla rovescia è così iniziato: la partenza è prevista per il 2025 a bordo degli Airbus A350-1000 appositamente progettati per caricare una quantità maggiore di kerosene e per permettere ai passeggeri di muoversi e fare attività fisica (indispensabile in un viaggio di questa durata) in una “zona benessere dedicata”.

Il “Progetto Alba” vede finalmente la luce

A seguito di anni di studi svolti da Qantas in collaborazione con il Charles Perkins Centre dell’Università di Sidney per definire le strategie da attuare prima e dopo il volo, la gestione del jet leg e del movimento da svolgere in volo, dei pasti, della temperatura e dell’illuminazione ideali, il “Progetto Alba” è pronto per vedere la luce.

Alla compagnia non rimane che ricevere i dodici Airbus A350-1000 ordinati, addestrare il personale e mettere in vendita i biglietti all’incirca dai 6 agli 8 mesi prima del decollo.

L’A350-1000 è la versione più capiente e lunga del A350-900 e disporrà di 238 sedili: oltre il 40 % dei posti a sedere apparterà a classi di lusso con 6 poltrone di Prima Classe, 52 posti Business, 40 di Premium Economy e, infine, 140 di Economy.

Ma non è tutto: tra i sedili di Premiun ed Economy saranno collocate “zone benessere” dove i passeggeri avranno l’opportunità di praticare yoga, distendersi, idratarsi per avere una circolazione migliore del sangue e ovviare ai possibili inconvenienti di un viaggio così lungo in un unico ambiente.

Quanto costa volare dall’Australia a Londra senza scalo?

L’amministratore delegato di Qantas è convinto che la maggior parte delle persone preferirà volare “non stop” piuttosto che affidarsi ai classici voli dove è previsto uno scalo, che sia a Dubai, a Doha, a Singapore oppure a Hong Kong.

Secondo le sue parole “la richiesta di voli senza scalo è cresciuta durante la pandemia” e il “Progetto Aba” consentirà “a ogni città del mondo di essere a un solo volo di distanza dall’Australia“.

Ma quanto costerà il viaggio più lungo del mondo?

L’amministratore delegato Joyce non ha rivelato le tariffe ma gli esperti stimano che i passeggeri pagheranno il 15 o 20% in più rispetto alla media: un costo più elevato con in cambio, però, un volo unico senza dover scendere e re-imbarcarsi (magari di notte) e un risparmio di 4 ore di viaggio.

Il futuro: Italia e New York

L’ambizioso progetto di Qantas non si rivolge soltanto a Londra: nel 2025, infatti, arriverà il primo volo diretto Sidney-New York e in lista vi sono anche Parigi, Rio de Janeiro, Chicago e forse Francoforte.

E la compagnia si prepara anche a collegare Roma Fiumicino con Perth, 13.400 chilometri di distanza con un volo senza scalo: il decollo è previsto per il 22 giugno da Perth con il Boeing 787-9.

Insomma, l’Australia è sempre più vicina.

Exit mobile version