No green pass a Milano, piazza Duomo blindata e tensione con la polizia: 257 identificati e due denunce

di Cesare Giuzzi

Massiccio spiegamento di forze dell’ordine, vietato tutto il centro. Isolati i gruppi, fermati i primi attivisti. Identificate diverse persone. Una donna è finita a terra ed è stata trascinata via dalla polizia. Un’altra signora che si rifiutava di dare i documenti ha morso un funzionario della questura

Piazza Fontana blindata per la 18esima manifestazione dei No green pass a Milano. Camionette, lampeggianti e filtro di sicurezza. Fin dalle ore 16 di sabato 20 novembre la polizia ha fermato e identificato i manifestanti arrivati nell’area. Ogni gruppetto di persone è stato identificato e invitato a uscire dalla piazza. Alcuni militanti No pass hanno tentato di resistere e sono stati fermati dalla polizia. Diversi manifestanti che non erano riusciti ad arrivare in piazza Fontana, circa un centinaio, si sono diretti verso piazza Duomo in una sorta di corteo urlando «Libertà». La polizia ha chiuso l’accesso alla piazza con un cordone davanti a Palazzo Reale. Ci sono state tensioni e contatti tra i manifestanti e le forze dell’ordine. Altri gruppetti di manifestanti si sono radunati alle spalle del cordone, quindi, in piazza Duomo: ci sono stati altri fermi da parte della polizia. In molti hanno insultato gli agenti e alcuni di loro sono stati portati via dalle forze dell’ordine. Il bilancio finale è stato uno dei più alti degli ultimi cortei: 257 identificati, 49 multe per occupazione di arre urbane, 31 ordini di allontanamento, l’avvio delle procedure per due Daspo e due manifestanti, un 57enne e un 62enne, indagati per resistenza. Una donna ha invece morso un funzionario della questura a un dito nel tentativo di non farsi identificare.

Gli identificati

Una sessantina di manifestanti sono stati identificati in piazza Duomo. Lo rende noto un comunicato della questura: «Oggi pomeriggio a Milano, senza che alcun preavviso di manifestazione sia stato presentato in Questura, alcuni dimostranti sono confluiti alla spicciolata in piazza Duomo e in piazza Fontana dove, tra le ore 16 e le ore 17, la Polizia di Stato ne ha identificati circa sessanta invitandoli ad abbandonare piazza Duomo». «Successivamente – prosegue la nota – alcune centinaia di manifestanti convenuti in piazza Fontana, incamminatesi lungo via Carlo Martini, sono state bloccate da parte del dispositivo predisposto dalla questura di Milano mentre tentavano di accedere alla piazza Duomo. Il dispositivo di ordine pubblico organizzato dalla questura sta monitorando i gruppetti confusi tra la folla presente in piazza Duomo». Dopo aver individuato gli attivisti più agitati le forze dell’ordine hanno provveduto a denunce e multe. In particolare, durante un paio di interventi, ci sono stati momenti difficili con insulti rivolti agli agenti che accompagnavano i «fermati» alle auto per denunce, soprattutto quando una donna è finita a terra ed è stata trascinata via dalla polizia. In un altro caso, un’altra signora che si rifiutava di dare i documenti, opponendo una accanita resistenza, ha anche morso un funzionario della questura.

I contestatori

Verso le 20, alla spicciolata i no green pass hanno lasciato piazza del Duomo dopo che le forze dell’ordine hanno isolato e fatto disperdere i capannelli più numerosi. In alcuni casi, una decina circa, i contestatori più «esagitati» o polemici sono stati denunciati e sanzionati. In tutte le occasioni gli altri anti-certificazione verde hanno manifestato solidarietà urlando «Vergogna» ai funzionari della questura.

Il dispositivo di polizia

Imponente è stato lo spiegamento di mezzi e operatori di polizia, carabinieri e guardia di finanza in piazza Duomo, area interdetta alle manifestazioni secondo le disposizioni del Viminale. Pochi comunque i No pass che hanno cercato di radunarsi in piazza Fontana rispondendo così all’appello circolato nelle scorse ore attraverso le chat Telegram: «Giornata decisiva». L’obiettivo della questura è stato quello di evitare che i manifestanti potessero radunarsi nella piazza e, come visto già sabato scorso, cercare di isolare i vari gruppi.

Sicurezza e disagi

«Un ennesimo sabato difficile per i commercianti», ha affermato Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio, che ha stimato le possibili perdite in 4,2 milioni di euro, vista la vicinanza del Natale.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta
cliccare qui.

20 novembre 2021 (modifica il 20 novembre 2021 | 21:17)

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_novembre_20/no-green-pass-milano-piazza-fontana-blindata-polizia-identifica-allontana-gruppi-manifestanti-6ab17758-49ff-11ec-9eeb-b1479f268b5b.shtml