Molise: per la prima volta un itinerario su un treno storico

A partire da dicembre, il turismo sui convogli storici coinvolgerà anche il Molise. Sulla scia di un ritrovato interesse per la cultura ferroviaria, l’associazione LeRotaie e Fondazione FS Italiane hanno attivato per la prima volta un itinerario sulla tratta Termoli-Campobasso. Un’opportunità unica per ammirare le meraviglie di questa regione direttamente dal finestrino di un treno storico.

Recentemente, la bellezza di questa regione, che ha davvero molto da offrire tra natura e mare, non è passata inosservata nemmeno al Guardian, che ha elogiato il Molise come “meta da sogno”.

Il treno, in partenza da Termoli sabato 11 dicembre alle 9.30, attraverserà la Valle del Biferno risalendo verso il valico di Campolieto, facendo poi tappa al MAACK, il Museo all’Aperto d’Arte Contemporanea Kalenarte di Casacalenda. Seguirà una sosta a Campobasso, per concludere infine la serata a Larino con le suggestive luminarie artistiche di Natale nel centro storico.

Al momento, questa è l’unica giornata speciale prevista nel 2021 per chi vuole attraversare il Molise a bordo di un convoglio storico. Ma sono attese ulteriori date ed iniziative visto il crescente interesse dimostrato dal pubblico, volte soprattutto a rilanciare una regione non valorizzata a pieno dal punto di vista turistico. La speranza è che si torni ad investire soprattutto sulla linea ferrata, non adeguatamente sfruttata ma imprescindibile per valorizzare al meglio un territorio ricco di bellezze.

Nella sua giornata inaugurale, il fischio del treno sarà salutato dai cittadini di tutte le località interessate dalla tratta, chiamati a raccolta in tutte le stazioni. Sarà dunque un’opportunità non soltanto per i viaggiatori, che possono conoscere nuovi posti o vedere bellezze già note da un punto di vista speciale, ma anche un’occasione per gli operatori e le comunità locali di valorizzare al meglio il proprio territorio.

Quest’iniziativa risponde anche al desiderio di Fondazione FS di rivalutare e tramandare alle generazioni future l’enorme patrimonio storico e tecnico delle Ferrovie italiane, tassello significativo della storia nazionale. Negli scorsi mesi è stato il turno del treno storico della Via Francigena, del Porrettana Express, il treno “vintage” che attraversa l’Appennino Tosco Emiliano, e del “Treno di Dante“, riattivato lungo la linea Faentina per chi desidera scoprire i luoghi e i borghi che hanno ispirato il Sommo Poeta.

Il bellissimo treno storico del Molise