Agente immobiliare di via Monte Napoleone narcotizza coppia e violenta la donna. «È un seriale»

Un appuntamento di lavoro, la trattativa per l’acquisto di un box. La giovane coppia ha portato anche la figlia di pochi mesi. Due chiacchiere e un po’ di relax. Un drink. Poi il malore. «Un forte stato di alterazione psico-fisica». Da quel momento, era la mattina del 2 ottobre scorso, la visita del box da acquistare con l’agente immobiliare può solo essere ricostruita dalla denuncia della coppia e dall’indagine dei carabinieri. Omar Confalonieri, professionista di 48 anni, residente nell’hinterland sud-ovest milanese, ufficio in via Monte Napoleone 8, cuore del Quadrilatero della Moda, è in carcere con le accuse di violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e lesioni personali aggravate. Avrebbe versato nei bicchieri, con una siringa, un’elevata dose di benzodiazepine, «tale da cagionare un avvelenamento». Una volta narcotizzate le vittime, sarebbero iniziati gli abusi, le violenze. Non è la prima volta: l’agente ha precedenti specifici. Il sospetto è che Confalonieri sia un aggressore seriale. Di qui l’appello degli investigatori alle donne: «Se avete avuto a che fare con quest’uomo, denunciatelo».



L’indagine e l’arresto in carcere per Omar Confalonieri

L’attività investigativa è partita dalla denuncia presentata dalla coppia lo scorso 4 ottobre in una stazione dei carabinieri. Il 5 novembre, dopo un mese di indagini, i militari hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Omar Confalonieri emessa dal gip sulla base dell’inchiesta coordinata dal Dipartimento «Tutela della famiglia, dei minori e di altri soggetti deboli» della Procura della Repubblica di Milano (procuratore aggiunto Letizia Mannella e sostituto Alessia Menegazzo).

I sequestri e le immagini delle telecamere

Nella perquisizione a casa di Confalonieri sono state rinvenute tracce del medicinale «Lormetazepam», ansiolitico della famiglia delle benzodiazepine, con il quale la coppia era stata narcotizzata. Gli ulteriori approfondimenti investigativi sono stati eseguiti in collaborazione con il Nucleo Investigativo di Milano: analisi dei tabulati telefonici, immagini estrapolate dagli impianti di videosorveglianza, accertamenti informatici sui vari dispositivi elettronici utilizzati dall’indagato.

I precedenti e l’appello alle vittime di Omar Confalonieri

L’agente immobiliare già nel 2008 era stato condannato per il reato di violenza sessuale, nella provincia di Monza e Brianza, per un’aggressione con modalità analoghe. «Sono in corso ulteriori accertamenti volti a identificare le altre donne che, in passato, abbiano potuto subire analoghi abusi sessuali da parte dell’indagato con lo stesso modus operandi, come peraltro le indagini stanno evidenziando». A tal fine, si legge in una nota dei carabinieri, «si invitano coloro che abbiano incontrato l’agente immobiliare, accusando successivamente uno stato d’incoscienza, a contattare immediatamente i carabinieri della Compagnia di Corsico, sita in via Repubblica dell’Ossola 1».

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

8 novembre 2021 | 12:51

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_novembre_08/milano-agente-immobiliare-narcotizza-coppia-abusa-donna-violentatore-seriale-da42d378-4086-11ec-87fb-b565e6aab98c.shtml