Bonus Terme, è il click day: sito in tilt

Per la richiesta del Bonus Terme è arrivato il click day. Come anticipato tempo fa, a partire dalle ore 12 del 28 ottobre può essere fatta richiesta di un voucher del valore di 200 euro da sfruttare in una delle tante strutture termali d’Italia aderenti al progetto nel circuito di Federterme. Il Bonus Terme potrà poi essere sfruttato a partire dall’8 novembre. E proprio il sito di Federterme è già in tilt.

Il voucher sarà disponibile per tutti i cittadini che ne faranno richiesta, indipendentemente dal reddito percepito.

Il Bonus Terme verrà erogato attraverso la piattaforma di Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, principalmente in due fasi. A partire dal 28 ottobre, i cittadini interessati possono quindi iniziare a consultare l’elenco degli stabilimenti che aderiscono al Bonus Terme, ma bisogna attendere fino all’8 novembre per poter prenotare i servizi termali, scegliendo tra le offerte proposte dalle strutture accreditate. Sarà compito dello stabilimento richiedere poi il bonus per i cittadini che si rivolgono a loro, fino a esaurimento delle risorse disponibili.

il voucher è valido solo presso le strutture che si accrediteranno sulla piattaforma di Invitalia: a seguito della prenotazione dei servizi termali, il cittadino riceverà dallo stabilimento una ricevuta della validità di 60 giorni, entro i quali il bonus dovrà essere utilizzato. Al termine del periodo di tempo stabilito, il voucher non avrà più valore.

Per strutture termali si intendono gli stabilimenti dove vengono praticate cure oltre che trattamenti benessere e non le spa o i centri estetici.

Il Bonus Terme, in pratica, è uno sconto del 100% sul prezzo di accesso alle terme e dei servizi termali, erogato sotto forma di voucher per una spesa massima di 200 euro – l’eventuale eccedenza è a carico della persona che ne usufruisce. Lo possono richiedere tutti i cittadini italiani maggiorenni, senza alcun limite di reddito (al contrario di quanto accaduto per il Bonus Vacanze). Tale incentivo è stato approvato tramite il Decreto Bonus Terme dello scorso 5 agosto stanziato dal ministero dell’Economia ed è stato appositamente istituito un fondo di 53 milioni di euro per fare fronte a tale spesa. Lo scopo è quello di favorire la ripartenza del settore termale, dopo il lungo periodo di crisi dettato dal Covid. Ogni anno sono circa tre milioni gli italiani che vanno alle terme e con questa iniziativa il settore spera di superare questo obiettivo.

 

Il sito di Federterme in tilt