Parte il Treno del sale, un viaggio inedito in Toscana

In Toscana, sta per partire un treno molto suggestivo lungo un itinerario insolito: il Treno del sale. È un treno storico che va da Pisa alle Saline di Volterra. Sin dai tempi più antichi, queste saline hanno avuto una grandissima importanza per l’economia del territorio.

Le Saline di Volterra

Si sono formate grazie alla presenza di sorgenti d’acqua salata, dette “moie”, e utilizzate proprio per la produzione di sale. Pare che queste sorgenti venissero sfruttate addirittura dagli Etruschi. Una delle prime notizie storiche in realtà risale al 981, quando Ottone II di Sassonia chiamò in Germania alcuni salinatori di Volterra per insegnare agli abitanti di Halle la tecnica di lavorazione del sale.

Alla fine del 1700, il granduca Pietro Leopoldo fece costruire nuovi stabilimenti per la produzione del sale e, insieme alle fabbriche, anche alcuni edifici, il Palazzo dell’orologio, costruito per ospitare le abitazioni dei dipendenti, e la chiesa, dando vita alla comunità di Saline di Volterra. Negli Anni ’70 del dopoguerra le saline passarono all’Azienda tabacchi italiani. Oggi, gli stabilimenti delle saline sono la principale attrazione turistica. Interessante è il padiglione progettato da Pier Luigi Nervi che ospita la Cascata di sale. All’interno dello stabilimento è stato allestito anche il Museo delle saline, che ripercorre la lunga storia dell’estrazione del sale di Toscana.

Le Saline di Volterra

Una locomotiva a vapore

Il Treno del sale è un viaggio nel viaggio. Non soltanto percorre un tratto ferroviario insolito e originale, che attraversa la storia del nostro Paese e offre la possibilità di scoprire un luogo poco noto del Belpaese, ma il treno stesso è un pezzo di storia su rotaie.

Il viaggio, infatti, viene fatto a bordo di un convoglio composto da carrozze degli Anni ’30, le cosiddette “Centoporte“, con bagagliaio per il trasporto di biciclette, per chi volesse muoversi in autonomia una volta giunti a destinazione, o di bagagli, per chi avesse intenzione di fermarsi a Volterra o in una delle diverse tappe del treno. Ma, soprattutto, il treno è guidato da una splendida locomotiva a vapore, che sbuffa lungo i binari e tra le campagne toscane. Ci si sentirà trasportati indietro nel tempo e l’esperienza sarà bellissima e indimenticabile.

Il treno a vapore che va alle Saline di Volterra

Info utili

Il treno storico parte dalla stazione di Pisa Centrale il 7 novembre alle 9.53 con tappe a Livorno e Cecina. Alle ore 11.45, giunti alla stazione del borgo di Riparbella, il treno effettua una sosta di mezz’ora, durante la quale i passeggeri vengono accolti con degustazioni di vini delle aziende del territorio e una piccola colazione a base di prodotti tipici locali a cura della Pro Loco.

Dopo la sosta, il viaggio continua alla volta delle Saline di Volterra (arrivo previsto per le 12.35), dove i viaggiatori ricevono il saluto delle autorità e hanno la possibilità di effettuare visite, in piccoli gruppi, agli impianti di produzione del sale. I passeggeri possono anche  usufruire di una degustazione della “patata in salamoia” nell’area ricreativa “Il Cavo” e pranzare nei ristoranti convenzionati. Il treno riparte alle 16.30 alla volta di Pisa, il cui arrivo è previsto alle 18.55.

Visita agli antichi edifici delle Saline di Volterra

Il Treno del sale è un itinerario nuovo e diverso dal solito, perfetto per chi è alla ricerca di una nuova esperienza culturale e desidera fare una gita fuoriporta in giornata. Ma è anche un’ottima occasione per le famiglie che troveranno sicuramente diversi spunti per far incuriosire anche i bambini, che si appassioneranno sicuramente di treni storici. Per informazioni, biglietti e prezzi, consultare il sito della Fondazione FS che organizza tanti altri itinerari a bordo dei treni d’epoca su tutto il territorio italiano.

Il viaggio del Treno del sale in Toscana