Milano, 15mila «No pass» in corteo Cariche della polizia e traffico in tilt: 16 identificati, due arrestati

Giornata di proteste, tensioni e traffico in tilt a Milano. Alle cinque di sabato pomeriggio si contavano circa duemila persone in piazza Fontana per la manifestazione non autorizzata contro il Green pass, la tredicesima dall’inizio delle proteste. Tante le bandiere tricolori, gli striscioni e i cartelli contro il sindacato: «Landini babbeo il popolo in corteo», «Cgil Cisl e Uil i fascisti siete voi». La sede Cgil di Roma sabato scorso è stata assaltata proprio dai «no pass». Sporadici insulti rivolti ai giornalisti. Tra i cori scanditi dalla folla, anche «Trieste chiama, Milano risponde» in riferimento alle proteste dei portuali. Al presidio è stata annunciata la presenza di alcuni dipendenti di Atm «no pass» che venerdì si erano ritrovati al di fuori dei depositi dell’azienda di trasporti per contestare l’obbligo della carta verde per tutti i lavoratori.

Poco prima delle 17.30 il corteo non autorizzato si è mosso verso piazza Duomo ed ha poi continuato per corso Vittorio Emanuele, corso Venezia e piazza XXV Aprile. È stato tenuto sotto controllo dalle forze dell’ordine disposte lungo le arterie laterali per evitare eventuali deviazioni. Lungo il tragitto sono aumentate le presenze, arrivate a 15mila. Esposto anche lo striscione «Solidali non con la Cgil ma con i portuali», sempre in riferimento alle contestazioni di Trieste. Attorno alle 18.30 la testa del corteo è stata presa dagli anarchici del centro sociale Telos di Saronno.


LEGGI ANCHE

All’altezza di piazzale Principessa Clotilde si sono registrati alcuni momenti di tensione: un gruppo di anarchici ha cercato di muoversi verso la Regione Lombardia ma è stato bloccato dai contingenti di polizia e riportato all’interno del corteo. Altri tafferugli in largo La Foppa, dove la polizia è intervenuta per fermare un drappello di contestatori. I manifestanti si sono poi spostati verso Lanza, largo Cairoli, via Dante. Sono infine tornati in piazza Duomo e ripartiti, anche se in numero ridotto. Notevoli disagi per il traffico auto e per il trasporto pubblico. «Oggi vi facciamo impazzire» è uno degli slogan urlati dai No pass alle forze dell’ordine. All’altezza di via Borgogna la polizia ha caricato i manifestanti che hanno azzardato uno sfondamento. Una ragazza è stata ferita. Bloccato il tentativo di raggiungere la Camera del lavoro, considerato obiettivo sensibile. Nel corso della giornata stati identificati 16 manifestanti, 9 sono stati accompagnati in Questura, due arrestati. La protesta si è conclusa attorno alle 22 in piazzale Loreto.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

16 ottobre 2021 | 17:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_ottobre_16/milano-duemila-manifestanti-no-pass-corteo-piazza-duomo-fa8d57c6-2e92-11ec-a3a3-d55b78391c72.shtml