In centinaia a ballare nonostante i divieti: chiuse due discoteche a Milano

Con 304 positivi su 54.810 tamponi eseguiti in Lombardia si attesta allo 0,5% il tasso di positività, per quello che ormai vale nel edeterminare l’impatto del Coronavirus. Diminuiscono leggermente i ricoveri: sono infatti 61 in terapia intensiva (tre più di ieri) ma 379 negli altri reparti, quindi 22 in meno. Sono invece dieci i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 34.022.

Per quanto riguarda le province, sono stati segnalati 110 casi a Milano, 35 a Brescia, 31 a Monza, 27 a Como, 21 a Bergamo, 14 a Pavia, 12 a Cremona, 11 a Lodi, 9 a Lecco, 7 a Varese e Mantova e 5 a Sondrio.

Da segnalare nella notte tra sabato e domenica che i controlli dell’Unità Annonaria della Polizia locale di Milano hanno portato alla chiusura per 5 giorni, per mancato rispetto delle norme Covid, di due locali: il circolo privato Bana Club di via Pestagalli e la discoteca Tocqueville. Il primo intervento, di iniziativa, è avvenuto all’una di notte: all’interno del Bana Club erano presenti circa 80 persone, di cui 25 stavano ballando senza distanziamento né mascherine.

Il secondo intervento, sempre su iniziatva della polizia locale milanese, è avvenuto alle ore 2:40 in via Tocqueville: all’interno della discoteca erano presenti oltre 280 persone che ballavano senza distanziamento né mascherine con musica ad altissimo volume. Come noto le discoteche non possono ancora aprire. I locali possono accogliere clienti e mettere musica ma senza dare il permesso di danzare.

Polemiche anche per il raduno di circa mille ragazzi che sabato sera hanno partecipato a una festa a cielo aperto davanti al liceo Leonardo a Milano, in via Corridoni accanto a una delle residenze universitarie del Politecnico. Non solo studenti del Leonardo, ma anche di altre scuole e di tutte le età. Festa non autorizzata ma pubblicizzata via social e soprattutto con il passaparola con molta musica e pure alcol tanto che è stato necessario chiamare il 118 per due ragazze quindicenni ubriache.

L’ambulanza è arrivata a fatica proprio per la “folla”. Una delle ragazze ha rifiutato il trasporto, ed è stata accompagnata a casa dal padre arrivato a prenderla. L’altra, che era caduta e aveva battuto la testa, è stata portata per un controllo alla clinica De Marchi. Il tam tam dei ragazzi parla anche di un pestaggio (per cui però non sono stati allertati né soccorsi né forze dell’ordine).

Nessun problema invece alla festa del liceo Berchet, che si è svolta, come da tradizione anche pre-Covid, al parco Ravizza.


social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/09/26/news/milano_discoteche_chiuse_per_covid-319572309/?rss