Vaccini in Lombardia, sospesi 400 operatori sanitari no vax in ospedali pubblici e Ats: tra loro 31 medici

Negli ospedali pubblici e nelle Ats lombarde sono stati finora sospesi 393 operatori sanitari, perché non si sono vaccinati contro il Covid come previsto dalla legge. Si tratta dello 0,46 per cento sui circa 85 mila lavoratori del settore pubblico. È il bilancio fornito dall’assessorato regionale al Welfare. Per medici, infermieri e altri professionisti del mondo sanitario la vaccinazione anti-Covid è obbligatoria. Tocca alle Ats verificare che rispettino la norma. In caso contrario, vengono sospesi dal servizio (qualora non sia possibile un cambio di mansione, in modo che non siano a contatto con i pazienti) e non ricevono lo stipendio. In seguito ai controlli sono state inviate 996 notifiche a dipendenti delle strutture pubbliche. Tra questi, 384 hanno poi scelto di ricevere l’iniezione anti-Covid e sono stati riammessi al lavoro, 69 sono stati esonerati per validi motivi di salute. Ad altri 14 è stata cambiata mansione. I rimanenti 393 sono rimasti fermi sulle proprie posizioni e sono stati quindi sospesi.

La maggior parte dei professionisti che sono stati lasciati a casa rientra nel «comparto»: si tratta di infermieri, tecnici, oss, specialisti della riabilitazione. Si contano poi 31 dirigenti, tra cui 25 tra medici e odontoiatri e 5 dirigenti sanitari. Guardando agli ospedali milanesi, il Fatebenefratelli-Sacco-Buzzi finora ha «perso» 33 dipendenti, l’Asst Santi Paolo e Carlo 28, il Niguarda 17, il Policlinico 14, il Pini/Cto 7, il Besta uno.


LEGGI ANCHE

Le notifiche inviate da tutte le Ats lombarde in realtà sono molte di più: ne sono state spedite 7.394 finora. In questo numero rientrano oltre ai mille accertamenti indirizzati alle strutture pubbliche, altri 1.122 spediti alle strutture private, 8 ai liberi professionisti, 81 alle farmacie, 145 ad altri entri e più di 4 mila in via di attribuzione. La sola Ats di Milano ha inviato missive a un totale di 2.051 operatori sanitari, 352 dei quali al lavoro in servizio in centri pubblici e 345 in centri privati.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui

24 settembre 2021 | 16:47

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_settembre_24/vaccini-lombardia-sospesi-400-operatori-sanitari-no-vax-ospedali-pubblici-ats-loro-31-medici-eecb75be-1d42-11ec-a854-dd0bdfda3385.shtml