Brescia: 5 motivi per un city break sorprendente

Abbiamo tutti bisogno di un city break, un’esperienza che ci permette di fare una pausa dalla quotidianità e il pieno di energie. Un’occasione incredibile per scoprire o riscoprire un territorio senza allontanarci troppo. E c’è una città, tutta italiana, che ci sembra la perfetta destinazione per questo viaggio breve.

Stiamo parlando di Brescia, una città trendy, stimolante ed elegante che, insieme a Bergamo, sarà Capitale italiana della Cultura 2023. Moderna, vibrante e contemporanea, la città è la destinazione perfetta per chi cerca un luogo lontano dai sentieri turistici più battuti.

Ma anche per chi ha voglia di fare il pieno di arte, storia e cultura, di aperitivi sotto ai portici e di shopping nelle eleganti boutique. C’è solo una regola da seguire in questo city break, ed è quella di esplorare la città a ritmo slow. Vediamo come.

Brescia, Piazza della Loggia

Il cuore della città

Le tre storiche piazze attorno alle quali si articola il centro storico di Brescia, cuore e anima della città, sono una vera meraviglia da guardare e da vivere. C’è la medievale Piazza Paolo VI, col Broletto, il Duomo Nuovo e la Rotonda, la Piazza della Loggia con l’imponente palazzo omonimo, i portici e la Torre dell’orologio e Piazza Vittoria.

Una passeggiata in quest’area, in gran parte pedonale, ci permette di scoprire la storia della città e di fare un break delizioso tra bar sotto i portici, terrazze e ristoranti all’aperto.

Una passeggiata indietro nel tempo in Via dei Musei

Uno dei motivi per cui un city break a Brescia può diventare un’esperienza sorprendente, lo ritroviamo in una passeggiata in Via dei Musei, la strada del centro storico in cui si affacciano monumenti e istituzioni della città, alcuni dei quali inseriti nella lista dei Patrimoni Unesco. Un vero e proprio viaggio nel tempo che passa per l’epoca romana, con area archeologica di BRIXIA e il Museo di Santa Giulia.

Pinacoteca Tosio Martinengo

Custodito dai palazzi eleganti del centro storico di Brescia, alla stregua di un tesoro prezioso, troviamo la Pinacoteca Tosio Martinengo, uno scrigno prezioso che conserva al suo interno una straordinaria collezione di opere d’arte realizzate da artisti come Raffaello, Lotto, Hayez, Canova, Romanino e Moretto.

Il Castello

Alzando lo sguardo verso l’alto è impossibile non notare lui, il Castello di Brescia, tra i più importanti e vasti complessi fortificati di tutta Europa. Dai bastioni della fortezza è possibile godere di uno dei panorami più incredibili della città, nonché del vigneto urbano della Pusterla che, con i suoi 3,4 ettari, è il più esteso d’Europa.

Brescia, il Castello

La città della 1000 Miglia

Non dimentichiamoci, però, che Brescia è anche la città delle 1000 Miglia, considerata la corsa più bella del mondo per antonomasia. A questa competizione automobilistica stradale è stata dedicata anche un museo nei locali restaurati dell’antico complesso monastico di Sant’Eufemia.

Brescia Mille Miglia