Comunali a Milano, guida al voto: la maxi-scheda lenzuolo per eleggere sindaco e consiglieri. Ecco come fare

Eccola la maxi-scheda elettorale per le Comunali che, il 3 e 4 ottobre, i milanesi riceveranno ai seggi. Un “lenzuolo” di colore azzurro per accogliere tutti i candidati sindaco – 13 – e tutte le liste che li sostengono – 28 – nella corsa verso Palazzo Marino più affollata degli ultimi anni 20 anni.

Il fac simile della scheda per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale è stato pubblicata sul sito del Comune, dove si trovano anche le nove schede verdi per l’elezione dei presidenti di Municipio. La versione stampata ancora non c’è, ma sin d’ora si può prevedere, appunto, un formato lenzuolo. Il motivo è semplice: ogni simbolo deve avere una dimensione di 3 centimetri e, questa volta, le liste sono 28. Un numero elevato che, ad esempio, nei giorni scorsi ha costretto gli uffici a moltiplicare le plance elettorali su cui vengono affissi i manifesti per dare modo a tutti di trovare spazio.

L’ordine con cui i candidati compaiono sulla scheda è frutto del caso: i nomi sono stati sorteggiati dall’ufficio elettorale di via Larga e lo stesso è avvenuto per il partiti che li accompagnano. Partendo dall’alto, a sinistra, il primo aspirante alla fascia tricolore è Giorgio Goggi, l’ex assessore ai Trasporti di Gabriele Albertini, appoggiato dai Socialisti di Milano e da Milano Liberale. Di seguito, lungo la prima colonna: Natale Azzaretto con il Partito comunista dei lavoratori; Gabriele Mariani, alla guida di una coalizione rosso-verde – anzi, verde-rossa in questo caso – formata dalle liste Civica ambientalista e Milano in Comune; Layla Pavone, la manager scelta da Giuseppe Conte per il nuovo corso del Movimento 5 Stelle 2050 al Nord; Alessandro Pascale del Partito comunista; Mauro Festa, Partito Gay Lgbt+; Gianluigi Paragone, il fondatore di Italexit in corsa con Milano Paragone sindaco e Confederazione Grande Nord.

Giuseppe Sala detto Beppe, che era stato sorteggiato all’ottavo posto, sulla scheda compare in cima alla seconda colonna, quella centrale. Sotto il suo nome, le otto liste che compongono la coalizione larga di centronistra che lo sostiene. Nell’ordine: Milano in Salute, Pd, Beppe Sala sindaco, i Riformisti, la Sinistra per Milano Unita, la Milano Radicale con Sala, Europa Verde, Volt. Sotto di lui: Teodosio De Bonis del Movimento 3V e Luca Bernardo. Il pediatra scelto dal centrodestra si presenta con sei liste: Partito liberale europeo, Giorgia Meloni Fratelli d’Italia, Lega Salvini premier, Luca Bernardo sindaco, Maurizio Lupi Milano popolare, Forza Italia. Chiude questo secondo gruppo Bryant Biavaschi, candidato sindaco di Milano inizia qui. Infine, sulla terza colonna: Marco Muggiani del Pci e Bianca Miriam Tedone di Potere al popolo.

Come si vota per eleggere il sindaco e i 48 consiglieri comunali

Sulla maxi-scheda azzurra si può tracciare un segno solo sul rettangolo che contiene il nominativo del candidato o della candidata alla carica di sindaco: in questo caso non vengono attribuiti voti alla lista o alle liste collegate. Oppure, si può dare un voto di lista, facendo una x su uno dei simboli: il voto sarà valido sia per la lista scelta sia per il candidato o la candidata sindaco collegati. Una terza modalità: si può tracciare un segno sia sul rettangolo con il nome dell’aspirante sindaco, sia sul contrassegno della lista e anche in questo caso il voto è valido per entrambi.

Passiamo ora al voto di preferenza: si possono scrivere fino a due nomi candidati alla carica di consigliere o consigliera comunali al fianco del contrassegno della lista che rappresentano, anche senza segnare il simbolo. Il voto è attribuito anche alla lista e, sempre che si sia dato un voto disgiunto, al sindaco. Perché le preferenze siano considerate entrambe valide, si deve scegliere un uomo e una donna. Nel caso di uno stesso genere, la seconda preferenza verrà annullata. E qui si arriva al voto disgiunto: si può votare per un candidato, tracciando un segno sul rettangolo con il suo nome, e una lista non collegata alla sua candidatura.  

      

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/09/18/news/elezioni_comunali_a_milano_scheda_elettorale_sindaco_consiglieri-318360187/?rss