Comunali Milano, Bernardo, candidato del centrodestra, avverte gli alleati: “O mi date i soldi per la campagna elettorale o mi ritiro”

“Se entro lunedì tutti i partiti della coalizione non versano le quote per la campagna elettorale, convoco una conferenza stampa e annuncio che mi ritiro dalla tenzone elettorale. Così non si può andare avanti”. Chi parla è Luca Bernardo, candidato sindaco di Milano del centrodestra alle elezioni del 3 e 4 ottobre. Lo sfogo del direttore del Dipartimento di Pediatria dell’ospedale Fatebenefratelli è di venerdì.

Comunali Milano, Bernardo agli alleati: “Soldi per la campagna elettorale o mi ritiro”

Un sonoro registrato inviato alla chat su Whatsapp ai coordinatori delle forze della coalizione, prima di una riunione.  Bernardo non usa giri di parole e scandisce: “Se entro questa settimana non arrivano da tutti partiti almeno 50mila euro a testa per andare avanti con la campagna elettorale, che sta costando molto di più, mi ritiro. Ringrazio i partiti che lo hanno già fatto, ma se troverò sul conto corrente della campagna elettorale un riscontro diverso e non vedrò la sintonia da parte di tutti, torno a fare il mio lavoro che mi piace molto”. Aggiungendo subito dopo: “Non servono telefonate o chiacchiere, io ci sto mettendo la faccia e per questo da un mese sono sotto attacco”.

Contattato al telefono, il candidato sindaco di Milano del centrodestra conferma: “È tutto vero ma si è trattato di un sollecito. Lunedì il nostro mandatario controllerà se i fondi sono arrivati, ma è stato un gioco delle parti, non mi ritiro e non mi arrendo. Nel caso li risolleciterò. Ho solo detto ai partiti che mi appoggiano che se la benzina finisce la macchina si ferma. E come se io andassi a comprare il latte dal lattaio senza soldi”.        

La doccia fredda è piovuta sul centrodestra, che ora sta cercando di metterci una pezza. Stando ad alcune indiscrezioni, ad irritare Bernardo sarebbe stato il ritardo con cui Forza Italia e i centristi di Maurizio Lupi starebbero facendo arrivare le loro quote di finanziamento. Circa 30 mila euro a testa, di cui finora solo la Lega avrebbe versato 10mila euro.

Altri dieci dovrebbero arrivare lunedì. Per il centrodestra, il caso si chiuderà entro il fine settimana. Una nuova tegola su Bernardo, che pochi giorni fa ha perso anche il portavoce per “incompatibilità professionale”. Oggi durante gli appuntamenti pubblici con il leader della Lega, Matteo Salvini, il candidato sindaco del centrodestra era apparso sereno. Nessun dirigente dei partiti della coalizione, però, almeno per ora, accetta di commentare il caso. 

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/09/18/news/comunali_milano_2021_candidato_centrodestra_luca_bernardo_finanziamento_campagna_elettorale_lega_forza_italia_fdi-318383325/?rss