Milano, il primo giorno di scuola: studenti vaccinati al 73 per cento%. «Così possiamo contenere il virus»

Non esistono statistiche specifiche sulla percentuale di vaccinazione degli studenti, ma se si scorre il report più aggiornato dell’Ats di Milano si scopre che nella sola città il 73 per cento dei ragazzi tra i 15 e i 19 anni ha ricevuto finora almeno una dose di vaccino. Quella percentuale equivale a circa 43 mila adolescenti o appena maggiorenni. La proporzione è analoga se si allarga il territorio d’osservazione, estendendolo a tutta l’area coperta dalla stessa Ats, che comprende anche l’intera provincia, più Lodi. Vuol dire circa 110mila 15-19enni vaccinati. Non si può stabilire una correlazione diretta, ma secondo gli analisti è di certo sensato considerare che tra tutti i ragazzi che torneranno stamattina a frequentare le lezioni nelle scuole superiori, tre su quattro hanno ricevuto almeno una dose del vaccino, mentre poco meno della metà ha già completato il ciclo. Come spiegano gli esperti (in particolare si può far riferimento a una ricerca della «Statale» pubblicata dal Corriere qualche giorno fa, che analizzava tutti gli studi scientifici più approfonditi e affidabili a livello mondiale sulla circolazione del Covid-19 nelle scuole), il vaccino dovrebbe proteggere dal contagio circa al 50 per cento. Gli analisti ritengono dunque che quel livello di copertura tra gli studenti potrebbe contenere in maniera sostanziale la trasmissione del virus tra gli adolescenti, in particolare con il rispetto delle norme di precauzione all’interno delle aule. Se si guardano i dati dell’intera Lombardia, che considera l’intera fascia dai 12 ai 19 anni, la percentuale di vaccinati con almeno una dose è del 71 per cento, analoga dunque a quella milanese (48,5 per cento con vaccinazione completa). Una quota di adesione al vaccino non bassa dovrebbe esserci dunque anche tra le famiglie dei ragazzi più giovani, tra i 12 e i 14 anni.

La percentuale è sostanzialmente analoga anche nella fascia d’età più alta rispetto a quella degli adolescenti, e cioè tra i 20 e i 29 anni: 76 per cento di vaccinati tra Milano e provincia, che in numeri assoluti vuol dire oltre 100mila persone. Quella quota è più alta se si considera l’intera Regione, dove quasi il 76 per cento ha completato l’intero ciclo vaccinale, mentre l’87 per cento ha ricevuto la prima dose. Da questi dati si può desumere che anche tra gli studenti universitari oltre i tre quarti siano vaccinati.


Se questa è la percentuale di copertura tra gli studenti, di fatto è quasi totale tra insegnanti e personale scolastico. Su una platea di oltre 230 mila persone in tutta la Lombardia, secondo gli ultimi dati diffusi dall’Ufficio scolastico regionale, quelle senza «green pass» all’inizio di settembre erano appena 90, dunque meno dello 0,1 per cento. La fotografia va dalle scuole dell’infanzia alle superiori. Ad oggi è probabile che quei pochi casi siano ancora meno.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

13 settembre 2021 | 08:09

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_settembre_13/milano-primo-giorno-scuola-studenti-vaccinati-73-centopercento-cosi-possiamo-contenere-virus-27e6f6d8-1457-11ec-ba57-c9ba96e5a256.shtml

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.