La via Francigena e i cammini d’Europa, pura meraviglia

All’inizio del primo millennio, i pellegrini attraversavano l’Europa in massa per poter pregare sulla tomba dell’apostolo Pietro a Roma. Il pellegrinaggio aveva un significato spirituale così forte che iniziarono a svilupparsi i cammini di fede, sentieri che mettevano in collegamento i luoghi di culto più frequentati, i borghi, le abbazie e gli alloggi. Uno dei più importanti, ancora oggi, è la Via Francigena.

Questo cammino, di oltre 2.000 km e con 1.000 anni di storia alle spalle, metteva in collegamento Canterbury, in Inghilterra, con Roma, la capitale della cristianità. Nel corso dei secoli divenne un itinerario privilegiato e un canale di comunicazione importantissimo in Europa. Originariamente, percorrere l’intera Francigena a piedi rappresentava un atto di penitenza simbolico e fisico: i credenti erano esposti a pericoli, animali selvatici e clima intemperante.

Oggi, la Francigena è invece un’occasione per riscoprire alcuni dei luoghi più affascinanti del Bel Paese. Questo cammino attraversa tantissime regioni del nord e del centro Italia: Lazio, Toscana, Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Liguria, per un totale di 140 comuni. Attualmente, nessun viaggiatore lungo il percorso correrebbe gli stessi rischi di un tempo, permettendogli così di concentrarsi sulla natura, sulla storia, sulle tradizioni e sul folklore delle genti lungo la via e nei borghi vicini, passati e presenti.

I punti imperdibili della via Francigena

Originariamente viaggio di riflessione spirituale e interiore, la Via Francigena è ormai giunta a rappresentare per i pellegrini ei turisti di oggi una ricerca delle radici della cultura italiana ed europea.

Offerta

Non solo, ma il lungo andamento della Via da nord a sud permette di scoprire un’ampia varietà di paesaggi: dagli alti pascoli della Val d’Aosta ai campi coltivati ​​del Piemonte, dalle acque del fiume Po alle colline dell’Emilia, passando per la Toscana e, infine, i laghi laziali, come Bolsena, prima di entrare a Roma.

Il cammino in Italia attraversa alcuni dei più bei paesaggi d’Europa. Ecco alcune delle tappe imperdibili lungo la Via Francigena:

La città medievale di Lucca
Il borgo di San Gimignano, soprannominato la New York del Medioevo
La città di Siena, con le sue stradine intricate del centro storico
Gli splendidi paesaggi della Val D’Orcia
Viterbo e i siti dell’Etruria
Città del Vaticano

La durata del viaggio può variare, a seconda del mezzo di trasporto: se a piedi, aspettati di poter percorrere in media 20 km al giorno; se sei in bicicletta, potresti percorrere fino a 57 km al giorno. Chi intende percorrere la Francigena nella sua interezza dovrebbe dedicare circa un mese e mezzo se a piedi, 15 giorni se in bicicletta.

Il percorso è disseminato di ostelli e punti di accoglienza per pellegrini e viaggiatori, ma non perdere l’occasione di abbandonare il tracciato e visitare i tanti borghi storici nati proprio grazie alla frequentazione della Francigena.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.