Voghera, Massimo Adriatici resta ai domiciliari per eccesso colposo di legittima difesa

Per El Boussettaoui è stato fatale un unico colpo esploso dalla Beretta calibro 22 di Adriatici, il quale nell’interrogatorio davanti allo stesso gip ha detto di non ricordare quanto avvenuto, poiché era confuso proprio in conseguenza del violento pugno sferrato dall’immigrato. Un immigrato così come i testimoni intercettati e ascoltati dai carabinieri e dalla Procura, e concordi nel raccontare una difesa di Adriatici in quanto attaccato da El Boussettaoui, che anche in quel bar di piazza Meardi stava infastidendo i presenti.


LEGGI ANCHE

L’assessore, ex sovrintendente della polizia per sedici anni, ha ammesso di girare sempre con il colpo in canna e senza sicura durante le sue ronde per Voghera. Ma al netto del pronunciamento del gip, sono ancora molti i misteri di questo caso, un caso che sta registrando pressioni politiche come di rado successo in passato. E non è l’unica anomalia in una cittadina tendenzialmente tranquilla, priva di problemi di ordine pubblico e di emergenze legate alla sicurezza, che si trova d’improvviso al centro di una narrazione non soltanto legata al fatto di cronaca nera.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

24 luglio 2021 | 12:35

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/21_luglio_24/voghera-massimo-adriatici-resta-domiciliari-eccesso-colposo-legittima-difesa-a60c24b8-ec69-11eb-ab05-0303bb7b6464.shtml