Turisti per la Grecia bloccati a Malpensa, la rabbia dei passeggeri: «Il green pass non basta, nessuno ci ha avvertiti»

«Così ti passa la voglia di andare in vacanza».

Andrea ed Eleonora (trenta e venticinque anni) da Pinerolo, hanno prenotato a gennaio il loro volo per Kos, in Grecia. Quindici giorni tra le isole del Dodecaneso per festeggiare il compleanno di lui. Dopo tre treni per raggiungere l’aeroporto e valigie caricate sul rullo dei check-in a Malpensa, lo stop.

«Non potete partire se non avete compilato ilPlf (il Passenger Locator Form)», ci ha detto così la ragazza al drop off dei bagagli», racconta Andrea.

La rabbia si unisce al dispiacere di dover riorganizzare tutto il viaggio, come il traghetto per raggiungere le altre isole, «e tutti i tamponi necessari ad ogni partenza sulle navi», sottolinea Eleonora mentre cerca una soluzione per la loro vacanza.

«Il prossimo volo è martedì – continua Andrea – in questo modo avremmo il tempo per compilare il modulo online e prendere il volo. Ma cosa facciamo ora?».

Entrambi vaccinati, muniti di green pass e tamponati pensavano di poter viaggiare senza dover compilare altri moduli.

«Per la Spagna e altre località puoi farlo anche qualche ora prima dalla partenza, ma non per la Grecia. Così ti passa la voglia di andare in vacanza, mi sento un misto tra un cretino e non so cosa», si ripete Andrea incredulo.

Insieme a loro ci sono altri viaggiatori che non avevano considerato di verificare sul sito Viaggiare sicuri — il sito gestito dal ministero degli Esteri italiano — quali fossero i documenti richiesti per arrivare, pensando che il certificato della doppia vaccinazione potesse bastare. «Ci siamo organizzati per avere Spid, green pass e documenti in ordine prima della partenza», spiega Walter Peri mentre saluta la coppia di amici che invece ha compilato il Plf per tempo e quindi può partire per Kos. «Io sarei lo skipper della vacanza in barca, a questo punto mi aspetteranno. Io e mia moglie ripartiamo martedì, per fortuna abitiamo a Milano. Ad una certa età diventi fatalista…se non devi partire te ne fai una ragione».

Turismo e Covid: gli approfondimenti

La svista informativa non è una prerogativa dei vacanzieri italiani, anche Clèmance (20 anni) di Parigi, dopo aver passato una settimana in Italia con un’amica, volava su Santorini per continuare le vacanze.

«Abbiamo compilato il modulo per la Grecia con un’ora di ritardo (è necessario compilarlo entro le 23.59 del giorno precedente la partenza ndr), abbiamo ricevuto l’e-mail di conferma e quindi eravamo sicure di poter salire a bordo, invece ci hanno fermato spiegandoci che non possiamo partire senza Qrcode».

La soluzione è rientrare in Francia, «abbiamo perso anche i biglietti
, ricomprarli ora sarebbe una spesa eccessiva». La prendono con filosofia dei ragazzi di New York, distesi sugli zaini per terra, in attesa per lo stesso motivo: l’impossibilità di partire per la Grecia. La loro meta, dopo un tour in Costiera Amalfitana, è Mykonos.

«Dobbiamo aspettare qui in aeroporto per 16 ore, ci costa meno e siamo sicuri di partire…abbiamo compilato il modulo non appena ci hanno respinto al check-in», dice Wez Walker (23 anni). Tutti vaccinati, pensavano che in Europa si potesse viaggiare liberamente. Non sono preoccupati riguardo alla questione coprifuoco né per la riduzione della musica nei locali dell’isola delle Cicladi. «Ci basta partire, aspettavamo da oltre un anno, ora fa poca differenza». All’aereoporto di Malpensa ci sono code agli ingressi del Terminal 1, file nei punti ristoro, persone per terra che aspettano di partire dopo un ritardo, sguardi fissi sugli schermi che danno gli aggiornamenti sui voli, valigie arrotolate da plastiche protettive. Pare un normale fine settimana di luglio, con l’aggiunta di mascherine, gel igienizzanti e percorsi guidati agli ingressi.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

19 luglio 2021 | 13:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_luglio_19/i-turisti-partenza-la-grecia-bloccati-malpensa-il-green-pass-non-basta-cosi-non-si-ritorna-viaggiare-3b7ebe5e-e871-11eb-a441-7c7ca8688e2a.shtml