Bennato al Castello Sforzesco, tornano i grandi concerti live a Milano

È una Festa della Musica che arriva proprio ora, quando il cuore della città comincia a prendere il ritmo giusto di una ripartenza tanto voluta dopo un anno senza live o quasi, e che assume quest’anno anche per Milano un valore simbolico che va oltre l’evento in sé. Perché se è vero, come ha detto il ministro della Cultura Dario Franceschini presentando l’iniziativa nazionale che cadrà il 21 giugno (500 le città coinvolte con migliaia di appuntamenti), che «tutti hanno capito cosa è l’Italia senza cultura, senza musica nelle piazze e nelle strade, senza teatri e cinema aperti, senza spettacoli dal vivo», è altrettanto vero che quegli stessi spettacoli e momenti d’arte dovevano prima o poi tornare a dare nuova luce a questa estate, e all’estate milanese in particolare.

Li stavamo aspettando come si aspetta una bella notizia, che poi è anche quella che fa di Milano e del Castello Sforzesco il centro simbolico della Festa della Musica. Proprio lì, la sera del 21 giugno la rassegna Estate Sforzesca ospita il concerto di Edoardo Bennato, scelto quest’anno come testimonial dell’edizione 2021. Un concerto gratuito e già sold out, che vedrà dalle 21.45 l’artista napoletano in formazione allargata mescolare la sua idea di rock con la sinfonica e la lirica.

Prima di lui, un’esibizione degli allievi del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano con alcuni cantanti solisti che si esibiranno in un repertorio tra Manhattan Transfer, Al Jarreau, Tina Turner e Madonna per terminare con una performance di 11 batteristi allievi del Conservatorio. «L’obiettivo ora è quello di essere propositivi e di dare ottimismo attraverso la musica», ha detto Bennato, prima di aggiungere che «la cultura non è solo libri, quadri, sculture e musei: in questo momento il nostro patrimonio energetico è la musica, che ci può aiutare a ottenere un futuro migliore per tutti noi».

Diversi sono poi gli eventi organizzati prima e dopo il 21 giugno (l’elenco completo su www.festadellamusica.beniculturali.it). Come il concerto, rimanendo sempre al Castello Sforzesco, dei Piccoli Cantori di Milano sabato 19 (ore 18) e più tardi sullo stesso palco l’evento “Classica Elettronica Fantastica”, con il Phase Trio che rielabora alcuni dei capolavori dei Kraftwerk. Fuori, al chioschetto “Squadre calcio” in piazza Castello, si esibirà la blues band The Hipshakers, mentre alle Case popolari di via Saint Bon, alle 18.30, arriva l’opera in cortile con “L’elisir d’amore” di Donizetti.

Domenica 20 al Cortile delle armi al Castello ci sarà “La Musica per cambiare il mondo…Musica bene comune” con gli studenti del CPM Music Institute e la band Jaspers. Lunedì 21, non al Castello ma ai Bagni Misteriosi, andrà in scena “Ground, da Verdi ai Beatles con il Quartetto di Brescia (ore 21); nel Belvedere Enzo Jannacci di Palazzo Pirelli si esibirà il Fisar Quartet (ore 20.30); il mercato comunale di Piazza Ferrara si trasformerà invece nel palco per “Dalla classica a Morricone” con al pianoforte il maestro Emanuele Misuraca (ore 18).

Uscendo da Milano, il 24 giugno al Parco Farina di Settimo ci sarà invece il live del Trio Bobo, ovvero Faso e Christian Meyer degli Elio e le storie tese col chitarrista Alessio Menconi (già sold out).

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/06/17/news/bennato_al_castello_sforzesco_tornano_i_concerti_a_milano-306516809/?rss