AstraZeneca, in Lombardia i richiami con vaccino diverso per gli under 60 restano sospesi anche domani

Restano ancora sospesi i richiami per i lombardi under 60 vaccinati in prima dose con AstraZeneca che dovranno ricevere la seconda con vaccino Pfizer o Moderna. Rimandati a data da destinarsi, quindi, gli appuntamenti dei cittadini in questione anche (almeno) per la giornata di domani. Dall’assessorato al Welfare spiegano al Corriere che per ora la Regione sta «avvertendo della sospensione i cittadini che avevano l’appuntamento per il richiamo in questi giorni» e che, appena saranno «in grado», comunicheranno «i nuovi appuntamenti».

Il motivo di questa sospensione temporanea risiede nella necessità sia di riprogrammare gli appuntamenti sospesi sia di rimodulare l’utilizzo delle dosi a disposizione e in consegna del vaccino Pfizer e Moderna. L’ultima circolare del Ministero della Salute prevede, infatti, per i cittadini sotto i 60 anni vaccinati in prima dose con AstraZeneca di «completare il ciclo vaccinale con una seconda dose di vaccino a mRNA (Pfizer o Moderna), da somministrare a una distanza di 8-12 settimane». La Lombardia, sottolinea il Welfare, «vaccina quotidianamente 1/5 del Paese e occorre tempo per riprogrammare alla luce anche della disponibilità dei vaccini». In giacenza attualmente ci sono 323mila dosi Pfizer e 36mila Moderna; del primo ogni settimana ne arrivano in media 500 mila, del secondo 60 mila.


Per il momento, quindi, la data in cui ripartiranno i richiami per i mono-vaccinati con AstraZeneca sotto i 60 anni non si conosce: «Finché non abbiamo la riprogrammazione e non mandiamo gli sms con i nuovi appuntamenti i richiami non riprendono». Il Welfare lombardo garantisce che «gli sms stanno arrivando regolarmente ai cittadini che devono essere informati della sospensione: appena abbiamo la nuova programmazione la comunichiamo» e i cittadini a cui è stato sospeso l’appuntamento «saranno avvertiti del nuovo appuntamento». In Lombardia sono 186.957 gli under 60 vaccinati solo con prima dose con AstraZeneca. Di questi, considerando il richiamo a 72 giorni, 94.075 hanno l’appuntamento per la seconda dose a partire dal primo luglio, 92.882 invece lo hanno a giugno (più precisamente, devono essere vaccinate entro il 30 giugno tra le 85 mila persone, considerando il richiamo a 84 giorni, e le 92 mila, considerandolo a 72 giorni).

13 giugno 2021 | 17:22

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_giugno_13/astrazeneca-lombardia-richiami-vaccino-diverso-gli-under-60-restano-sospesi-9b3d2882-cc54-11eb-aaa9-240174c7bd1f.shtml