Vaccino anti Covid in Lombardia, da fine giugno si potrà spostare la data della seconda dose

L’aveva chiesto a tutte le Regioni, pochi giorni fa, il generale Paolo Figliuolo, commissario nazionale all’emergenza Covid. La Lombardia si adegua e “aggiusta” il sistema informatico delle prenotazioni per consentire la massima flessibilità nella data della seconda dose a tutti i cittadini che avessero programmi di vacanza incompatibili col richiamo. Da fine giugno il sistema permetterà di cambiare il giorno se questo rappresenta un problema anche solo legato alle ferie.

L’annuncio via Twitter stamattina, con un lancio poi sull’agenzia regionale Lombardia Notizie. “La possibilità di effettuare ‘cambi data’ per la seconda dose, nel range individuato dalle varie tipologie di vaccino, è al momento consentita, utilizzando il call center regionale solo per la categoria insegnanti impegnata in sessioni d’esame di Stato e scrutini”, spiega una nota dell’Unità di Crisi per la campagna anti Covid. Ma è in arrivo la svolta per consentire ai più giovani, che faranno il vaccino da metà giugno, di organizzare la data del richiamo in base ai loro programmi di vacanza. La possibilità è data ovviamente a tutti i lombardi di tutte le età che vogliamo spostare la data della seconda dose.

Su indicazione della Direzione Generale Welfare, Poste sta implementando la piattaforma che da febbraio è subentrata al portale di Aria per raccogliere le prenotazioni dei cittadini lombardi che vogliono proteggersi dal virus. In pratica, il sistema è in corso di aggiornamento “prevedendo una nuova funzionalità che consentirà il cambio data della seconda dose per tutti i cittadini”.

“La nuova funzionalità di ‘cambi data’ per la seconda dose – conclude la Nota – potrà essere operativa, indicativamente, dalla fine del mese di giugno”.

Questa novità va incontro alle esigenze dei più giovani, dai 29 ai 12 anni, che dal 2 giugno hanno cominciato ad iscriversi sul portale di Poste: in tre giorni sono arrivate oltre 600 mila prenotazioni, il 40% e passa dei 1,7 milioni che hanno diritto al vaccino. Per alcuni sicuramente il dubbio sull’iscrizione era legato alle vacanze, poiché soprattutto la seconda dose di Pfizer e Moderna (a 42 giorni dalla prima) e anche quella di AstraZeneca (10-12 settimane) poteva complicare i progetti estivi delle famiglie. Così, in molti ancora aspettano a entrare nel sistema e chiedere il vaccino.

Ora questa decisione della Regione consentirà di far slittare il richiamo a chi si prenota e ottiene dal sistema una data ‘scomoda’. Finora potevano farlo solo insegnanti e persone legate alla scuola in vista degli esami, da fine giugno chiunque potrà chiedere uno spostamento.


social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/06/06/news/cambio_data_richiamo_vaccino_covid_fine_giugno_lombardia-304449541/?rss