Covid, feste clandestine nelle case: decine di sanzionati a Milano e nell’hinterland

Sono i vicini di casa che chiamano intorno all’una di notte. Grida, musica alta, canti e risate. Quando la volante arriva in viale Bligny riconosce subito l’appartamento della festa perchè c’è persino la porta di casa aperta. Gli agenti identificano 32 ragazzi tra i 17 e i 21 anni, tutti studenti, tutti sanzionati con 400 euro di multa pe aver violato la normativa anti Covid che impedisce assembramenti. Ma non è l’unico party clandestino del sabato sera milanese. La polizia interviene anche alle 22,30 in un laboratorio in via Fratelli Zoia: in tutto qui ci sono 19 persone, dai 23 ai 47 anni, che ballano e si divertono. Anche loro vengono sanzionate. Stessa sorte anche per i 15 clienti e il titolare di un chiosco di panini in via Nicolodi, sorpresi verso le 21,45 a bere e a a mangiare al bancone, uno accanto all’altro. All’aperto, invece, vengono multati otto ragazzi tra i 22 e i 26 anni in piazza Sant’Eustorgio verso le 22,30: nessuno indossa la mascherina. Stessa motivazione che ha portato alle 57 sanzioni durante una manifestazione “no vax” in piazza Duomo nel corso del pomeriggio.

Anche i carabinieri hanno passato la notte a bloccare feste e assembramenti. Come gli undici universitari del Politecnico, tra i 20 e i 23 anni, che sabato sera attorno alle 23,30 stavano facendo serata in una casa in viale Tunisia affittata da uno di loro. Anche nell’hinterland l’attività è stata fitta. A Corsico è un vicino di casa a segnalare una festa in casa in via Mazzini: oltre al padrone di casa, un 19enne, altre 10 persone, tra cui 3 minorenni, vengono identificati e multati. Lo stesso accade a Cesano Boscone in via Falcone: c’è il padrone di casa, 23 anni, e altri otto, riuniti per trascorrere la serata. Alle 18,30 invece, a Sesto San Giovanni, i militari controllano un bar in via Cesare da Sesto, di proprietà di un 27enne italiano e trovano quattro clienti, tra i 27 e 40 anni, a bere l’aperitivo ai tavolini esterni: tutti multati. In mattinata, invece, a Vaprio d’Adda, i militari durante un servizio nell’area parcheggio di un supermercato di via Milano hanno denunciato in stato di libertà per il reato di epidemia colposa un 25enne marocchino positivo al Coronavirus, che era in giro anziché rispettare l’obbligo di isolamento fiduciario. Sanzionati invece i quattro amici, tra i 20 e i 23 anni e con precedenti, con i quali l’uomo si trovava.

Venerdì sera invece in pieno centro, in Brera, verso le 22,30, in vicolo Fiori Chiari un gruppo di 17 giovani, tra i 20 e i 25 anni, per la maggior parte studenti, viene multato perché sorpreso a bere cocktail per la strada dopo cena.

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/04/18/news/feste_coronavirus_sanzioni-296962097/?rss