Covid, in Lombardia l’Rt scende: dati da zona arancione, ma la regione resta rossa fino a lunedì 29

Un altro indizio che rema verso il consolidamento delle stessa prova. In Lombardia le curve hanno girato in questa terza ondatina di primavera. L’Rt regionale, calcolato sui positivi, che all’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità registrava il dato (in crescita) di 1,30, ha invertito il suo trend e oggi si attesta su 1,13. È la dimostrazione che la velocità del contagio ha perso ritmo. Un dato riferito alla settimana scorsa, che lascia intuire come il dato «reale» di questi giorni possa essere ancora più basso. In parallelo resta in discesa anche il dettaglio dell’Rt di Milano, oggi a 1,11, in discesa da più di una settimana.

L’indice Rt – che ci dice quante persone possono essere contagiate da una sola persona in media e in un certo periodo di tempo – resta tra gli indicatori determinanti sul tavolo della cabina di regia che si riunisce ogni venerdì, ma non l’unico. Il parametro tornato adesso in una fascia «da arancione», viene combinato però con l’incidenza e soprattutto la pressione sul sistema sanitario che in Lombardia resta sopra la soglia di rischio. Il motivo è che è il numero dei contagi è il primo a frenare, mentre sui ricoveri si paga ancora il contagio delle scorse settimane.

La Lombardia resterà comunque in zona rossa almeno fino a lunedì 29, dato che l’ordinanza firmata dal ministro Roberto Speranza ha validità di 15 giorni. Come evidenziato qualche giorno fa dal governatore Attilio Fontana, la situazione complessiva vive la prima fase di miglioramento e entro domenica si dovrebbe registrare il picco: la somma dei contagi di questa settimana è inferiore a quella precedente, altro segnale evidente della regressione dell’onda epidemiologica.

19 marzo 2021 | 12:19

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_marzo_19/covid-lombardia-l-rt-scende-dati-zona-arancione-ma-regione-resta-rossa-fino-lunedi-29-0f916342-88a3-11eb-9214-48facb37773c.shtml