Scuole superiori, il Tar della Lombardia sospende l’ordinanza che prorogava la Dad

Svolta a sorpresa, il movimento «no Dad», a Milano, ha incassato un importante punto a favore: il Tar della Lombardia ha accolto il ricorso presentato da genitori e studenti delle scuole superiori riuniti nel comitato «A Scuola» e ha sospeso l’efficacia dell’ordinanza con cui la Regione ha prorogato le lezioni a distanza fino al 25 gennaio.

«Ordinanza irragionevole»

«Il pericolo che l’ordinanza vuole fronteggiare non è legato alla didattica in presenza in sé e per sé considerata, ma al rischio di assembramenti correlati agli spostamenti degli studenti», hanno scritto i giudici amministrativi, sottolineando «l’irragionevolezza della misura disposta, che, a fronte di un rischio solo ipotetico di formazione di assembramenti, anziché intervenire su siffatto ipotizzato fenomeno, vieta radicalmente la didattica in presenza per le scuole di secondo grado, didattica che l’ordinanza neppure indica come causa in sé di un possibile contagio».

La Regione: «Valutiamo il reclamo»

«Prendiamo atto della decisione del Tribunale amministrativo regionale e ci riserviamo, dopo aver valutato nel dettaglio le motivazioni dello stesso, di proporre reclamo». Questa la prima reazione ufficiale che arriva da Palazzo Lombardia. «I riferimenti normativi che hanno orientato il giudice — scrive la Regione in una nota — non tengono conto della possibilità delle Regioni di adottare misure più restrittive di quelle previste dai vari Dpcm».

13 gennaio 2021 | 19:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_gennaio_13/scuole-superiori-tar-sospende-l-ordinanza-che-proroga-dad-64327020-55cd-11eb-a877-0f4e7aa8047a.shtml

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.