Milano, controlli anti movida e droga (anche) in corso Como: 150 identificati e due arresti

Continuano a Milano i servizi straordinari sulle zone della movida e quelli finalizzati al contrasto di spaccio di droga e al fenomeno dei reati predatori da parte della polizia di Stato. Sabato sera, i controlli si sono concentrati nella zona di corso Como, dove non si sono riscontrate criticità ma sono state effettuate in totale 150 identificazioni e due arresti. In particolare, presso la stazione metropolitana Mm2 Garibaldi sono state controllate e identificate 121 persone, di cui 47 con precedenti di polizia. Nella strategia adottata dalla Questura, finalizzata ad attuare un piano di prevenzione di contrasto a fenomeni di violenza e di controllo sulle norme sanitarie in atto, si sono svolti inoltre dei controlli «anticipati».

Controlli straordinari

I controlli sono stati effettuati dai poliziotti della Polmetro dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, con la collaborazione degli agenti del III° Reparto Mobile di Milano e da Unità Cinofile della Questura. Durante il controllo straordinario, i poliziotti hanno indagato in stato di libertà 2 minorenni: un giovane è stato trovato in possesso di un tirapugni e di un taglierino, pertanto è stato denunciato per possesso di oggetti atti ad offendere e porto abusivo di arma. Anche il secondo ragazzo è stato denunciato per il possesso di un coltello a serramanico e, inoltre, segnalato alla Prefettura in quanto trovato con una dose di hashish.

Spaccio e violazioni

Successivamente gli agenti, a seguito dei controlli, hanno arrestato un cittadino italiano di 19 anni trovato in possesso di 72,5 grammi di hashish e 100 euro in banconote di vario taglio. Sempre nel corso dello stesso servizio, un cittadino maggiorenne è stato denunciato in stato di libertà per ricettazione in quanto trovato con due carte di credito di provenienza illecita. Un altro maggiorenne è stato denunciato in stato di libertà per la detenzione di due pasticche di ecstasy. I controlli sono proseguiti nella rete metropolitana dove è stato rintracciato un uomo, successivamente accompagnato in Questura, per la notifica di un foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno dal Comune di Gongorzola per 1 anno. Infine, gli agenti della Polizia di Stato hanno contestato 11 violazioni amministrative per mancato uso della mascherina di protezione individuale per un importo totale di 3.080 euro, se pagate in 5 giorni, ovvero 4.400 euro se estinte oltre i 5 giorni. Oltre ai controlli nella rete metropolitana, la Questura di Milano ha disposto poi un ulteriore servizio nelle ore notturne in corso Como e nelle vie limitrofe e nel corso della notte, gli agenti di polizia hanno identificato 29 persone e hanno arrestato in flagranza un 20enne italiano responsabile del furto di una bicicletta.

11 ottobre 2020 | 12:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_ottobre_11/milano-controlli-anti-movida-droga-corso-como-150-identificati-due-arresti-77e86624-0bae-11eb-8551-988fe333186d.shtml