Bimba di 14 mesi in coma, aveva tracce di marijuana nelle urine: aperta un’inchiesta

Il sonno profondo, poi la corsa in ospedale con la figlia in serie condizioni. Una bimba di soli 14 mesi che vive in un comune della Lomellina qualche giorno fa è arrivata al Policlinico San Matteo di Pavia quando già aveva perso i sensi. Non stava bene da qualche ora, i genitori spaventati si sono così rivolti in Pediatria. Hanno subito riferito ai medici che la bambina non era caduta, non aveva battuto la testa e non aveva subito traumi. Le analisi delle urine sulla bimba hanno svelato a la causa del malore: aveva assunto droga. I medici hanno rilevato tracce di cannabis. La bimba era entrata in uno stato di ore coma; le cure immediate hanno evitato il peggio.

Le indagini

L’ipotesi più probabile è che la bimba abbia raccolto delle piccole quantità di marijuana cadute sul pavimento, o lasciate sul tavolino, e che le abbia ingerite. Una disattenzione che ha poi provocato il malore. Le indagini sono ancora in corso ma la volontarietà della coppia sembra essere esclusa. La Procura di Pavia ha subito disposto la perquisizione dell’appartamento in cui vive la coppia, e non è stata trovata alcuna sostanza. Le condizioni della piccola nel giro di pochi giorni sono fortunatamente migliorate, e venerdì è stata dimessa e accolta in una struttura protetta su disposizione del Tribunale per i Minori di Milano, che ha poi rilasciato il nullaosta per il rientro in famiglia con la mamma che è risultata idonea e accudente.

27 settembre 2020 | 10:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_settembre_27/bimba-14-mesi-coma-aveva-tracce-marijuana-urine-e024bbf8-009a-11eb-8a00-13bbbd5f28b0.shtml