Scuola, Gallera ai pediatri: per i tamponi agli studenti ci vuole una valutazione attenta e non eccessiva

Un appello «a una valutazione attenta da parte dei pediatri» rispetto alla necessità di autorizzare i tamponi agli studenti che manifestano sintomi sospetti del Covid è stato lanciato dall’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera. «Noi stiamo lavorando con i pediatri e con i sindacati dei pediatri per definire delle linee guida, ma è il medico che in scienza e coscienza deve decidere cosa fare, non c’è una linea guida che può imporre un comportamento e quindi tutto sta nel senso di responsabilità del pediatra» ha detto Gallera a margine dell’inaugurazione del pronto soccorso pediatrico dell’ospedale Buzzi di Milano.

Zuccotti (Buzzi): il rischio dei troppi tamponi ai bambini

Proprio il direttore della Pediatria del Buzzi, Gian Vincenzo Zuccotti, nei giorni scorsi aveva avvertito sui rischi dei «troppi tamponi» ai bambini, invitando i pediatri a «fare filtro». «Condivido moltissimo la posizione di Zuccotti. Da un lato – ha detto Gallera – noi stiamo facendo di tutto per rendere il più fluido possibile l’accesso ai tamponi e il più veloce possibile processarli. Abbiamo fatto una gara anche per i test anti-genici rapidi, insieme alle Regioni Veneto, Lazio ed Emilia. La gara scade il 28, quindi lunedì. Abbiamo ordinato 1,2 milioni test anti-genici per la scuola e speriamo i primi di ottobre di avere i primi. Tutto questo ha un senso ed è compatibile con numeri che rispondono ai bisogni veri». Se invece «a chiunque viene sollecitato un accesso eccessivo dei tamponi» questo rischia di creare difficoltà al modello organizzativo, ha concluso l’assessore.

26 settembre 2020 | 14:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_settembre_26/scuola-gallera-pediatri-tamponi-studenti-ci-vuole-valutazione-attenta-non-eccessiva-6b298704-fff3-11ea-a637-26d219cb3ec9.shtml