Maltempo, a Tradate scoperchiato l’ospedale. Esonda torrente, runner muore travolto dai detriti. A Milano alberi abbattuti dal vento

Raffiche di vento che hanno superato i 100 chilometri all’ora e pioggia battente hanno provocato questa mattina danni nel Varesotto. Una tromba d’aria si è abbattuta sull’ospedale di Tradate scoperchiando un’ampia parte del tetto. L’acqua, informa una nota, è riuscita ad infiltrarsi e a raggiungere le sale operatorie del quarto piano. Gli interventi chirurgici in corso sono stati portati a termine, poi l’attività operatoria è stata sospesa in tutto l’ospedale per decisione prudenziale della Direzione Medica. Le tegole, sollevate dal vento, in parte sono cadute sul sottostante parcheggio, in parte sono state sbattute dalle raffiche contro le finestre rompendo alcuni vetri del reparto di Pediatria. Degli alberi presenti nel parco uno è stato sradicato, cadendo verso la vicina strada e danneggiando alcuni autoveicoli. Molti rami sono stati spezzati ma non risultano danni a persone. Danni ingenti anche nei pressi della chiesa di Santo Stefano dove il vento ha scoperchiato una grossa porzione di tetto che si è abbattuto su alcune macchine parcheggiate.

Il maltempo ha seriamente danneggiato le coperture di due scuole nei comuni di Venegono Inferiore  e Castelseprio (Varese), dove sono al momento al lavoro i vigili del fuoco. Dieci in totale le squadre impegnate contemporaneamente per allagamenti e danni in tutta la provincia. Sulla A8, tra Origgio e Castellanza, un grosso albero è caduto invadendo la carreggiata.

Maltempo, a Tradate scoperchiato l'ospedale. Esonda torrente, runner muore travolto dai detriti. A Milano alberi abbattuti dal vento

Esonda torrente nel Varesotto, muore runner

È stato trovato morto poco dopo le sette del mattino nel greto del torrente Tinella, Mario Farsetti, geometra 61enne disperso da ieri a Luvinate, nel Varesotto. Appassionato di running, Farsetti, che lascia la moglie e una figlia, è stato travolto da un’ondata di acqua e detriti causata dal violento nubifragio che nelle scorse ore ha colpito la zona. A ritrovare il corpo sono stati i vigili del fuoco di Varese, che hanno lavorato per tutta la notte con i colleghi dei nuclei regionali Sapr (Sistemi aeromobili a pilotaggio remoto) con i droni, Tas (Topografia applicata al soccorso) e Saf (Speleo-alpino-fluviale), battendo incessantemente i sentieri lungo le pendici del Campo dei Fiori. L’uomo era uscito per correre prima che si scatenasse il nubifragio e si è trovato in difficoltà a causa del maltempo che ha investito il Varesotto e in particolare l’area di Luvinate, provocando allagamenti e smottamenti. Due palazzine e tre villette, ancora nel comune di Luvinate, sono state evacuate a causa di uno smottamento provocato dall’esondazione del torrente. I vigili del fuoco e la protezione civile hanno aiutato sette famiglie di residenti a spostarsi a casa di conoscenti o in sistemazioni fornite dal Comune. Numerose le richieste di aiuto per allagamenti e blackout.
 

Maltempo, a Milano alberi abbattuti dal vento

Sono numerosi gli interventi dei vigili del fuoco a Milano dopo l’ondata di fortissimo vento che si è abbattuta intorno a mezzogiorno in particolare nella zona sud della città. I pompieri stanno lavorando per recuperare diversi alberi che sono caduti in mezzo alle strade o lungo i marciapiedi. Si segnalano disagi per il maltempo anche nella zona di Legnano e di San Donato Milanese. L’ondata di maltempo era stata prevista dal centro funzionale rischi della Regione che ieri aveva lanciato un avviso di criticità giallo per temporali e forte vento anche per tutta la giornata di oggi e sabato. Il Seveso e il Lambro sono monitorati.

 

Maltempo, bomba d’acqua sugli allenamenti dei rossoneri a Milanello

Una bomba d’acqua con raffiche di vento fortissime si è abbattuta su Milanello mentre la squadra si stava allenando sul campo esterno. I giocatori hanno continuato l’allenamento in palestra ma il centro sportivo è rimasto isolato per alcune ore a causa della caduta di diversi alberi una parte dei quali bloccava l’accesso diretto all’impianto. Milanello è rimasto anche senza elettricità per colpa del forte temporale. Ora la via d’accesso al centro sportivo è stata liberata dal pronto intervento dei giardinieri del club rossonero che hanno liberato la strada permettendo anche alla squadra e allo staff di uscire.
 

Maltempo, danni all’agricoltura, risaie distrutte nel Pavese

Grandine sulle risaie in provincia di Pavia al confine con Novara, con le spighe pronte per la raccolta piegate e svuotate dalla furia della tempesta e danni che nelle aziende colpite arrivano fino al 100%.  Lo rende noto la Coldiretti Lombardia che sta monitorando gli effetti nelle campagne della nuova ondata di maltempo che si sta abbattendo sulla regione. Nelle scorse ore – precisa la Coldiretti Lombardia – chicchi di ghiaccio e trombe d’aria hanno investito anche alcuni comuni dell’alto Mantovano, in particolare nella zona di Casalmoro e Asola, dove si segnalano campi di mais distrutti. Disagi anche nelle campagne a Nord della provincia di Varese, con stalle e fienili allagati. La violenza del meteo – evidenzia la Coldiretti – è il risultato dell’enorme energia termica accumulata nell’atmosfera in un anno in cui la temperatura è stata finora di oltre un grado (+1,05 gradi) superiore alla media.
social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/09/25/news/maltempo_un_disperso_e_sette_famiglie_evacuate_nel_varesotto_si_cerca_un_runner_che_si_era_addentrato_nel_bosco-268450891/?rss