Il voto nei Comuni dell’hinterland milanese: 5-2 per il centrosinistra

Per ora è cinque a due per il centrosinistra, con due sfide però ancora aperte che si decideranno tra quindici giorni, al secondo turno. Erano nove le amministrazioni da rinnovare in provincia di Milano. Nei Comuni dell’hinterland, Pd e alleati hanno sbancato al primo turno a Bollate e Segrate, con i riconfermati Francesco Vassallo e Paolo Micheli, mentre a Corsico sarà ballottaggio, con Stefano Ventura del centrosinistra avanti di cinque punti sull’uscente Filippo Errante, appoggiato da Lega e Fratelli d’Italia. Roberto Mei, il candidato sostenuto in tandem da Forza Italia e Italia viva, si è piazzato solo al quarto posto, col 7,8 per cento, dietro anche al pentastellato Gianluca Vitali. A Cologno Monzese trionfo invece del sindaco uscente di centrodestra Angelo Rocchi col 57,5 per cento.

Netta affermazione di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia anche a Parabiago, dove Raffaele Cucchi ha centrato il bis col 63 per cento. Sarà ballottaggio infine a Legnano, il Comune che era stato commissariato dopo il terremoto giudiziario che a maggio 2019 aveva portato all’arresto del sindaco leghista e dove ora è nettamente in testa Patrizia Toia sostenuta da tutto il centrodestra. Ma proprio la città del Carroccio potrebbe tenere a battesimo la prima alleanza ufficiale tra Pd e M5s in Lombardia: le rispettive diplomazie locali sono al lavoro per un possibile apparentamento. En plein di Partito democratico e civici, infine, nei tre Comuni sotto i 15 mila abitanti al voto, Baranzate, Vittuone e Cuggiono (gli ultimi due strappati al centrodestra).

Risultati a macchia di leopardo che inducono a interpretazioni ottimistiche i rappresentanti di entrambi i fronti. «In Lombardia la Lega registra un grande risultato che premia il buon lavoro dei nostri amministratori locali, e quello regionale della giunta Fontana», esulta il deputato salviniano Paolo Grimoldi. «Queste elezioni ci consegnano un segnale positivo e di speranza», commenta invece la segretaria metropolitana del Pd, Silvia Roggiani: «I cittadini si fidano del Pd. Quelli di oggi sono risultati positivi ma sui quali non intendiamo sederci, perché ci aspettano due importanti battaglie da vincere nei due Comuni commissariati di Corsico e Legnano. Due città che meritano un’occasione nuova di rinascita».

La sfida ovviamente più attesa è però quella della primavera prossima: Milano 2021. Il sindaco Beppe Sala ha analizzato il voto nazionale («Zingaretti è il vincitore di queste elezioni, ma deve insistere immediatamente sul tema del Mes») prendendosi però altro tempo per decidere in merito alla sua ricandidatura. «Il 2021 è veramente ancora molto in là e teniamo conto che sarà una campagna elettorale necessariamente più breve e diversa», ha detto Sala mandando forse un messaggio anche a chi, a sinistra, ne sollecita una decisione in tempi rapidi.

Salvini assicura che il centrodestra sceglierà lo sfidante entro l’autunno? «Già, ma l’autunno finisce il 21 dicembre, sia chiaro», osserva non a caso il sindaco: «Capisco che tanti vorrebbero conferme, ma io in questo momento preferisco lavorare, sapendo che sei mesi di campagna elettorale saranno già tanti. Sarà una campagna meno visibile, sarà una campagna low cost. Un po’ perché di soldi in giro ce ne sono di meno, un po’ perché dipenderà da come sarà la situazione sanitaria, per cui onestamente non c’è tutta questa fretta. Dopo di che se il centrodestra ha un candidato da presentare domani mattina, benissimo». L’europarlamentare Pierfrancesco Majorino, indicato come uno dei possibili candidati all’eventuale successione di Sala, è invece un convinto sostenitore della necessità del bis del sindaco in carica: «Sarà il protagonista della ricostruzione e del rilancio e nel 2021 darà un colpo decisivo al sovranismo e a Salvini».

23 settembre 2020 | 07:57

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_settembre_23/voto-comuni-dell-hinterland-milanese-5-2-il-centrosinistra-9ab61bb0-fd08-11ea-b4fe-6ee7d601be57.shtml