Elezioni comunali 2020 in Lombardia: a Mantova netto vantaggio di Palazzi del centrosinistra, Ciresa del centrodestra in testa a Lecco

E’ iniziato lo spoglio delle schede negli 84 comuni al voto in Lombardia. Gli occhi sono puntati sui due capoluoghi di provincia: Lecco e Mantova. Lecco si prepara a cambiare colore: le prime proiezioni danno in netto vantaggio il centrodestra. Mantova va verso una vittoria schiacciante del sindaco in carica di centrosinistra, Palazzi, senza quindi necessità di un secondo turno.

COMUNALI 2020 IN LOMBARDIA: I RISULTATI IN TEMPO REALE
 

Elezioni comunali 2020 in Lombardia, i risultati a Mantova e Lecco

Successore del sindaco uscente di Lecco Virginio Brivio (del Pd, primo cittadino per 10 anni) potrebbe essere Giuseppe “Peppino” Ciresa, 73 anni, sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega e una lista civica, Lecco Ideale. Già assessore dal 2001 al 2006 e presidente di Confcommercio Lecco fino al 2015: in base a un’altra prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di  Lecco Ciresa del centrodestra sarebbe sceso ora al 49,8, a seguire Mauro Gattinoni del centrosinistra al 40,9% e Corrado Valsecchi (civica).

Elezioni comunali 2020 in Lombardia, i comuni al voto

I primi sindaci sono già stati eletti, in comuni molto piccoli con una o poche sezioni. In provincia di Bergamo – Colere, Mezzoldo e Valleve -, nel Bresciano (Magasa), a Corte de’ Frati nel Cremonese, a Santo Stefano Lodigiano, a Lambrugo in provincia di Como, nel Lecchese (Esino Lario e Sueglio), nel Milanese a Baranzate e Cuggiono e in provincia di Sondrio, Cercino e Spriana. A Gemonio, il paese simbolo della Lega di Umberto Bossi, i 1.362 votanti su 2.335 elettori, con una affluenza pari al 58%, hanno riconfermato il primo cittadino uscente, il civico Samuel Lucchini che con la sua lista Impegno Civico ha ottenuto il 66,6% dei voti, esattamente il doppio rispetto a quelli presi dal suo unico rivale, Fabio Felli vicino al centrodestra, che con il movimento Insieme per Gemonio si è fermato al 33,4% dei voti.
 

Elezioni comunali 2020, i risultati in provincia di Milano

A Bollate (Milano) il sindaco uscente Francesco Vassallo viaggia verso la riconferma al primo turno. Sono state scrutinate ormai quasi tutte le sezioni: Vassallo, sostenuto dal Pd e da altre 5 liste, è vicino a doppiare il suo avversario Peter Guidi, candidato del centrodestra: “Siamo intorno al 55/60%, un risultato straordinario. Parlando con i cittadini avevo registrato molta positività, ma questi numeri vanno oltre le mie aspettative. Confermarsi al primo turno non era per niente semplice e ci siamo riusciti in mezzo a mille difficoltà. La gente ha apprezzato il nostro operato”, commenta soddisfatto Vassallo alla ‘Dire’.

Per quanto riguarda gli altri comuni, 69 di questi hanno meno di 15mila abitanti quindi per loro non è previsto ballottaggio. Di questi 24 erano retti da commissari prefettizi, per sfiducia nella maggioranza, mancato raggiungimento del quorum nella precedente tornata elettorale o problemi amministrativi.  Due sono in provincia di Milano: Corsico – dove il centrodestra ha candidato il sindaco sfiduciato Filippo Errante e dove Forza Italia e Italia Viva sostengono insieme Roberto Mej – e Legnano dove la giunta era caduta a causa di dissidi all’interno del centrodestra. E ancora, altri comuni tra i più rilevanti di questa tornata di amministrative sono Bollate (dove corre di nuovo il sindaco uscente di centrosinistra Francesco Vassallo); Cologno Monzese (dove il sindaco uscente è di centrodestra, Angelo Rocchi); Parabiago (sindaco uscente di centrodestra, Raffaele Cucchi, di nuovo in corsa senza l’appoggio di Forza Italia); Segrate (sindaco uscente di centrosinistra, Paolo Micheli, che si ripresenta); Saronno (il sindaco uscente Alessandro Fagioli si ripresenta con una coalizione che riunisce tutto il centrodestra) e Voghera.


social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/09/22/news/amministrative_lombardia_spoglio_schede-268134057/?rss